Calzo della Vignia ovvero La magia dell’isola del Giglio giovedi 21 Luglio sulla Terrazza del Baglioni a Firenze con God SAve the Wine

 

Sotto questo bel nome, Viticoltori Isola del Giglio, si nasconde la realizzazione di un’idea comune di tre amici, che hanno dato vita ad un progetto enologico che ha come scopo la valorizzazione di una terra toscana unica, di antichissima tradizione vitivinicola. Il vino prodotto da Simone, Dales e Manfred si chiama  Calzo Della Vignia e viene prodotto dall’ uva più famosa dell’arcipelago e della costa toscana ovvero l’ ansonica, localmente chiamata ansonaco e sarà una delle più belle scoperte che farete giovedi 21 luglio a Firenze sulla bellissima terrazza dell‘Hotel Baglioni per il prossimo God Save The Wine…

viticoltori vigna calzo giglioDei tre ragazzi, uno è enologo e gli altri due son proprietari di piccole parcelle di vigna in diverse posizioni nel versante occidentale dell’isola ma per tutti e tre si tratta di un colpo di fulmine che li ha portati a diventare viticoltori affiancando altri importanti lavori nel mondo del vino. La produzione è iniziata nel 2013 ma solo con la 2014  e le sue risicatissime 800 bottiglie si è avuta la prima commercializzazione in attesa della 2015 che uscirà il prossimo anno. Fare vino al Giglio non è banale anzi ha molto di eroico tra terrazzamenti che sfidano la gravità, necessità di lavorazione completamente manuale e obbligo di continua lotta contro i conigli e altri animali per difendere i preziosi chicchi d’uva. Non è un caso se la produzione di uva e vino dell’isola si è ridotta di tantissimo negli ultimi anni fino quasi a sparire. Oggi assistiamo ad una sorta di rinascita del vino del Giglio ed  anche se il merito non è ovviamente solo dei nostri tre “eroi”, di certo ne rappresentano una delle espressioni più passionali e trascinanti, basta soffermarsi pochi attimi a parlare con loro al banchino per rendersene conto.

 

Calzo della Vignia nasce dopo due mesi  due mesi di macerazione sulle bucce cui segue affinamento in barrique e la fermentazione malolattica per ammorbidirlo e arricchirlo di aromi profondi e incantevoli di macchia mediterranea, agrumi, anice e corbezzoli con una bocca fresca e sapida da gustarsi con calma sulla nostra terrazza o dove volete voi: saprà comunque trasportarvi come per magia su una delle nostre isole più belle.

sarà il mare, sarà il vento,

saranno quelle nuvole distratte che ogni tanto decidono di fermarsi,

sarà il verde che si sposa così bene con l’azzurro,

ma sull’Isola esistono scorci in cui non è raro incontrare bellezza e misura, fatica e forza, Natura e mano sapiente dell’uomo.”

Vino in degustazione

Calzo della Vignia Toscana IGT Bianco 2014

calzo della vignia

Viticoltori Isola del Giglio

Simone Ghelli

+ 39 335 7203058

Dales D’Alessandro

+ 39 338 1880470

Manfred Ing

+ 39 331 2727899

 

Facebook: Viticoltori Isola del Giglio

[email protected]