Contucci è Forte! Il 16 luglio la storia del Nobile di Montepulciano al God save The Wine

Ecco un invito a scoprire un piccolo grande tesoro enoico che magari non avete mai notato… Usciti dal Palazzo Comunale di Montepulciano, ci troviamo di fronte Palazzo Contucci e, a 10 metri dalla piazza, l’ingresso alla cantina. La sensazione di trovarla nel centro città, subito accanto ad una piccola vetrina, è spiazzante. Scoprire come sia possibile produrre all’incirca 100.000 bottiglie in queste condizioni è una piccola meraviglia…e ancora di più sarà assaggiare i loro vini al Forte Belvedere! La necessità aguzza l’ingegno ed ogni dettaglio  produttivo è studiato su misura per poter “resistere” in un palazzo storico. Si pensi alle macchine per l’imbottigliamento, di dimensioni calibrate e dotate di ruote per poter essere spostate nei tre piani sotterranei. Altro discorso per le botti, quasi tutte grandi e grandissime, fatta eccezione per 3 misere barrique, dimenticate in un angolo a imperitura memoria del fatto che non si possa fare un Nobile in botte piccola. Ogni volta che ne arrivano di nuove, poi, occorre smurare un gradino cinquecentesco del palazzo per farle entrare e tutta una serie di giochi di prestigio per rotolarle fin dove devono essere sistemate. Che poi le bottiglie vengano affinate nei posti più impensati lo immaginate bene da soli, grazie a umidità e temperatura di 15 gradi costanti nei secoli. La magia del vino Contucci è proprio tutta nel profumo di storia che si respira all’interno delle spesse mura. Proprio la mancanza di spazio è il limite più grande per la conservazione di vecchie annate, che pure hanno la stoffa dei grandi sangiovese italiani…se le trovate a giro fatevele aprire senza indugio! E intanto assaggiate i grandi sangiovese del 2010 che troverete al Forte Belvedere per capire quanto comprarne per i prossimi anni!

 

La tendenza del vino nell’estate 2015, o meglio cosa impareremo o dovremmo imparare di nuovo sul vino quest’estate

La tendenza è la riscoperta della ricchezza delle diversità dei vini, ovvero la ricerca della assoluta qualità che si può trovare in ogni angolo d’Italia (o di Mondo) che dimostri una particolare vocazione per la produzione vinicola. Perciò non più i soliti (comunque ottimi) noti … ma spazio a chicche di assoluto valore e gradevolezza … anche classici come il Vino Nobile di Montepulciano. vino_nobile_montepulciano contucci

Abbinamento di luogo o al piatto: Il più bel luogo dove vorresti che fosse bevuto un tuo vino in questi mesi e un abbinamento insolito con un piatto che dovremmo provare

Avrei piacere che il nostro Vino Nobile potesse essere bevuto sulle coste di ogni parte del Mondo (dalla Sardegna al Brasile, dal Giappone al Nord della Francia, …), abbinato a piatti di mare, magari non crostacei ma pesce ben cucinato, per scoprire quanto sorprendente è questo confronto, insolito, ma affascinate.

Estate, tempo di tormentoni: una canzone che si abbini ad un tuo vino (ne ricaveremo una compilation GSTW su Spotify!)  

Visto che siamo in Toscana (e noi ci lavoriamo da oltre 1000 anni), scelgo un vero tormentone di questi giorni di un gruppo Toscano … perché dopotutto è proprio tutto un bellissimo gioco: NEGRITA – IL GIOCO.

Vini in degustazione:

–          Vino Nobile di Montepulciano DOCG 2010

–          Vino Nobile di Montepulciano DOCG 2010 Mulinvecchio

–          Rosso di Montepulciano DOC 2014

 

CONTUCCI

di Alamanno Contucci & C. Società Agricola sas

Via del Teatro 1,

53045 Montepulciano (Siena)

Tel. +39 0578 757006

Fax +39 0578 752891

E-mail: [email protected]