Dal Collio una (Tenuta) Stella per God Save The Wine e la cucina d’autunno giovedi 12 novembre

Sergio Stevanato, classe 1943, fondatore, presidente e tuttora al timone, con i suoi due figli, di un’azienda di prestigio e successo di Padova, aveva una passione, meglio, un vero amore: i vini del Collio. Per questo motivo, non appena gli si è presentata l’occasione, alla sua attività principale ha affiancato l’impegno di questa azienda agricola, orientandola senza esitazioni alla produzione di vini d’eccellenza.  Tenuta Stella è incastonata in un territorio disseminato di casali e case isolate che punteggiano le dolci colline del Collio fin dai tempi dei romani. L’ambiente è quello del Collio in provincia di Gorizia, una zona  straordinariamente vocata alla viticoltura per caratteristiche climatiche e per composizione dei terreni che fa di questa terra di confine un ambiente unico che esprime tale unicità nei vini che vi si producono.

Nel sottosuolo troviamo  la cosidetta “ponca”, tipica del Friuli orientale, risalente al periodo eocenico e di origine marina, frutto di una lenta sedimentazione e costituito da marna (argilla calcarea) e arenaria (sabbia calcificata). I vigneti sono coltivati su terrazze con sistemi di allevamento guyot a 220-270 metri s.l.m. con rese di non più di 40 quintali per ettaro senza l’impiego di pesticidi o concimi chimici.

La natura del terreno marnoso e friabile, facilmente erodibile dagli agenti atmosferici conferisce alle uve prodotte nei vigneti della Tenuta Stella dei tratti unici. Persistenza, pienezza e lunghezza sono le note più evidenti, ma la caratteristica più piacevole è l’eleganza, notevole in tutti i vini.

Tenuta Stella ha avuto la fortuna di trovare,in località Scriò,il perfetto terroir per i vitigni autoctoni: Friulano, Ribolla Gialla e Malvasia Istriana.

1- L’autunno è arrivato e si riaffacciano i rossi: cosa ci aspettano i prossimi mesi? Su cosa punterete per l’immediato futuro?

Noi produciamo solo bianchi. Ma due sono Spumanti Metodo Classico, di conseguenza vini per tutte le stagioni che, inoltre, coprono uno spettro molto ampio di abbinamenti. Possono essere anche vini da tutto pasto.

Mentre gli altri autoctoni, Friulano, Ribolla Gialla, Malvasia Istriana, sono classici Doc Collio, perciò con struttura, corpo, alcolicita’e acidità tali da supportare , oltre naturalmente le varie preparazioni a base di pesce, anche le carni, anche quelle rosse (basta che non siano alla griglia). Ad esempio lo stracotto alla fiorentina o il fegato alla veneziana. Ma abbinamenti appropriati, oltre che con i salumi, anche con i pecorini, anche quelli ben stagionati. 

 

2- Avremo un grande chef, il giovane Enrico Panero che ci regalerà anche alcuni piatti a base di ingredienti normalmente considerati afrodisiaci:  immagina un piatto e una situazione dove un tuo vino ha risolto la situazione!

Recentemente, in un ristorante emergente con una cucina di ottimo livello, quasi al confine della Liguria con la Lunigiana, abbiamo avuto occasione di provare e approvare in pieno, la nostra Malvasia Istriana abbinata ad un piatto di tagliatelle casarecce al Tartufo nero di San Miniato e burro Cabanino.

 

Vini in degustazione

Cuvee Tanni Metodo Classico Cuvèe Chardonnay, Pinot Nero, Ribolla Gialla

Ribolla Gialla Doc  Collio 2014

Malvasia Istriana DOC Collio 2014

 

Società Agricola Stella

Via Sdencina 1

34070 Dolegna del Collio

Dolegna del Collio (GO) – Italia

Tel e Fax +39 049 9318135

[email protected]

[email protected]