God Save The Wine, Tre parole per dirlo a Vinitaly! Martedi 8 Aprile al Due Torri Hotel a Verona

God Save The Wine di nuovo a Verona per continuare a mettere in pratica la formula che ha reso questo festival così diverso da tutti gli altri : la voglia di aziende di vino e appassionati di mettersi in gioco per degustare, abbinare e bere vino in modo semplice e spontaneo, il tutto in posti meravigliosi che si aprono per una sera alla città. Stavolta è martedi 8 marzo, vi aspettiamo.

Dal Giugno del 2010 quando abbiamo iniziato questa avventura sono scorse tante edizioni , tanti formati e centinaia di vini diversi ma abbiamo sempre cercato di accompagnare le persone alla degustazione e assaggio di grandi vini in maniera libera e spontanea al contempo aiutando le aziende a riflettere e capire i propri obiettivi sul mercato, perseguendoli in maniera diversa e lontana dagli stereotipi del vicino passato, i tempi in cui il web e la condivisione non esistevano…e  in cui i mercati non erano tutti i mercati mondiali che oggi si sono affacciati alla ribalta!

In Italia si beve meno di sempre e le cause sono solo apparentemente riconducibili alla lotta contro l’alcol e i controlli per le strade: la realtà è che se da un lato il vino è uscito dalla nostra quotidianietà familiare, dall’altro non è riuscito ancora a porsi come bevanda alla portata di tutti e dei giovani finendo per essere soppiantata da birra, spirits e altri prodotti meno legati alla nostra storia.

E’ vero che è un prodotto che richiede più cura nella scelta per essere propriamente gustato ma è anche vero che la comunicazione troppo aulica e alta ha creato una nicchia di appassionati ipercompetenti che fanno sentire in soggezione chiunque voglia anche solo godersi un bicchiere di vino.

Oggi gli italiani si dividono in quanti hanno almeno svolto una lezione di degustazione sul vino e si mette a sfoggiare la propria cultura in materia ad ogni bicchiere versato e dall’altra quanti vorrebbero solo godersi un bicchiere ogni tanto senza essere giudicati in base alle loro scelte. Non conoscere il vino sembra un peccato mortale ma la reazione spesso non è quella di approfondire ma bensì quella di passare oltre e demandare.

Di chi la responsabilità? Forse appunto di una comunicazione aulica ed esagerata, non filtrata e non adattata ai vari lettori di riviste e magazine online che hanno finito per  allontanare il vino dalla gente fino a farlo sembrare un prodotto sempre più (apparentemente) costoso e complesso quando invece non è mai stato così aperto e così attento al rapporto qualità prezzo.  Non da meno come responsabilità quelle attribuibili alle modalità di servizio antiquate (senza mescita) e proposta troppo generica priva della necessaria caratterizzazione. Tani eventi che si trasformano in abbeveratoi di piazza dove le persone accorrono  ma dimenticando presto cosa hanno bevuto e le emozioni che hanno provato per certi vini. Perchè per provare una emozione c’è bisogno di un contesto adeguato e di una guida leggera e delicata che aiuti senza imporre e senza urlare e soprattutto c’è bisogno di una storia e di un volto dietro il bicchiere.

Due Torri Hotel Baglioni interno

Siamo nel mondo “social” o 2.0 come preferite chiamarlo e Il vino è sociale, è una conversazione continua con il mondo e con chi ci circonda dove chi lo produce è coinvolto, spesso in maniera anche eccessiva, nell’assaggio stesso.  L’aspetto umano e inebriante del contatto tra persone che bevono insieme è un qualcosa di unico ogni volta diverso che merita la nostra attenzione: magari un momento non sarebbe così speciale se non fosse per quello che abbiamo nel bicchiere. Un momento “umano” che i social network possono allargare e aumentare arrichendolo di connotazione e creando comunità virtuali molto forti che proseguono la loro azione anche dopo che il bicchiere è stato versato.  In questi contesti dove de visu basta uno sguardo per descrivee un vino, sappiamo che le parole spesso sono di troppo, a volte ne bastano tre come esortiamo ogni volta a fare, a volte basta una foto o una citazione famosa…

In questa edizione di God Save The Wine a Verona lanciamo anche un messaggio di ritorno alla semplicità per quanto riguarda l’abbinamento con i cibi. SEnza lanciarsi in abbinamenti con cacciagione, salse esotiche e pescato sopraffino abbiamo voluto ripartire dalle basi e da quanto ogni giorno possiamo trovare nelle nostre case ovvero salumi e formaggi.

Troverete al Due Torri, oltre il consueto grande buffet, banchi di salumi e formaggi da tutta Italia che sappiamo essere perfettamente in grando di esaltare i vini che troverete in assaggio. Lo stesso abbiamo chiesto ai produttori presenti ovvero di scegliere abbinamenti semplici e immediati e soprattuto verificabili durante la manifestazione. Un modo di giocare insieme e apprezzare di più sia i vini che i cibi a disposizione.

Vi salutiamo e vi diamo appuntamento a Verona ricordandovi lo stile degli incontri God SAve The Wine…

G come Gusto: pensa a ogni bicchiere come fosse il primo vino della tua vita l’ultimo calice della serata. GSTW non è un amore occasionale, non è una botta e via, è sentirsi parte di qualcosa di più grande che è al contempo parte di noi. Se ami qualcuno lo torni a cercare.

S come Semplicità: il vino è istinto e passione, non ha bisogno di guru e sacerdoti, persone insomma che ti dicano cosa devi bere e cosa deve piacerti per forza

T come Tre parole: impara a descrivere ciò che senti perché sarà ciò che ricorderai. I professori al liceo dicevano “Rem tene verba sequentur” quando non riuscivamo a rispondere ad una domanda in maniera semplice e immediata. Anche per il vino non servono più di tre parole per  descrivere il profumo di un vino o il suo gusto.

W come WWW, la rete: il vino è uva, terra e uomini, e oltre il momento vive in rete dove prende nuove forme in foto e video da condividere. Tendenza del mondo food soprattutto ma diffusissima anche per il vino, si beve si fotografa se ne discute con gli amici su twitter o su facebook.  I nostri hastag ufficiali sono #gstw e #godsavethewine , usateli per taggare le vostre foto e le vostre sensazioni durante la serata.

Nella speranza di avervi con noi per imparare bevendo insieme, vi aspettiamo a Verona Martedì 8 Aprile!

due_torri_fuori_4

Ecco la lista dei vini:

Vino, tre parole per dirlo:

ABBINARE, DEGUSTARE, BERE INSIEME…
SCOPRIRE, CONDIVIDERE, EMOZIONARSI…
martedì 8 aprile ore 20

Verona, Due Torri Hotel*****
Piazza S. Anastasia, 4 – Verona
protagonisti

PAILLARD CHAMPAGNE
Brut Première e Brut Premiére Rosé

BINDI SERGARDI (Monteriggioni, SI)
Chianti Colli Senesi DOCG 2012
Chianti Classico La Ghirlanda 2011
Chianti Classico Riserva 2009
Chianti Classico Gran Selezione Mocenni 89 2010
Simbiosi Toscana IGT 2011

Carpenè Malvolti (Conegliano, TV)
1868 Extra Dry Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg
1868 Dry Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg
Rosè Brut

FAMIGLIA Nunzi Conti
Chianti Classico DOCG 2012

Masserie Flocco (Portocannone, CB)
Passo alle Tremiti Molise Falanghina DOC 2013
Passo alle Tremiti Molise Rosato DOC 2013
Passo alle Tremiti Molise Rosso DOC 2011
Sangue di Buoi Biferno Rosso DOC 2010

Roner Distillati (Termeno, Tramin BZ)
Grappa GEW Monovitigno di Gewuerztraminer di Termeno
Caldiff distillato di mele Gravensteiner invecchiato con metodo Solera
Williams Reserve distillato di Pere della Val Venosta

Ritterhof (Termeno, Tramin BZ)
Gewuerztraminer Crescendo Alto Adige DOC 2012
Lagrein Crescendo Alto Adige 2011
Perlhofer Crescendo Schiava, Lagrein, Merlot Alto Adige 2010
Lenz Vigneti delle Dolomiti 2012

Viticoltori Ponte (Ponte di Piave, TV)
Campe Dhei Prosecco Spumante Millesimato Doc Extra Dry 2013
Campe Dhei Spumante ‘San Vincenzo’ Cuvée Brut
Campe Dhei Pinot Grigio Venezia Doc 2013
Campe Dhei Manzoni Piave Doc 2013
Campe Dhei Raboso Piave Doc 2010

AZ. Agricola LE Torri (Barberino Val d’Elsa, FI)
Chianti Colli Fiorentini Docg 2012
Chianti Colli fiorentini Docg Riserva 2011
Magliano Igt Toscana 2009
Villa San Lorenzo Igt Toscana 2009

Vini Etici

Tenuta Lenzini (Gragnano di Lucca, LU)
Vermignon Igt Toscana Bianco 2013
Syrah IGT 2009
Merlot IGT 2011

Tenuta Mordini (Albiano di Barga – Lucca)
Syrah IGT 2012
Syrah IGT 2011

Morone (Guardia di Sanframondi – Benevento)
Piedirosso Sannio DOP 2012 Fiori di Galano
Albanora Falanghina del Sannio DOP 2011
Mariposa Sannio Fiano DOP 2012

Piombaia (Montalcino, SI)
Rosso di Montalcino DOC 2011
Brunello di Montalcino DOCG 2009

Fattoria Poggiopiano (Fiesole, FI)
Chianti DOCG 2011
Poggio Galardi IGT 2011

Andrea Scovero (Costigliole d’Asti – Piemonte)
Barbera D’Asti Superiore 2012

ospiti speciali e menù della cena

CONSORZIO MORTADELLA BOLOGNA
www.mortadellabologna.com

SALUMIFICIO RENIERI
Prosciutti di citna senese
Renieri – Loc. Pian dei Peschi, 6 – Poggibonsi (Si) – 0577 978098 – www.renieri.net <http://www.renieri.net>

Dalla cucina del DUE TORRI HOTEL…
Isola dei Risotti …Variazioni sul tema…
Gran Buffet di formaggi di “Malga Faggioli 1140”
L’angolo del Prosciutto Crudo di Parma taglio in bellavista “Pio Tosini non Plus Ultra”
Dolce Isola… finger di frutta e creme

25 EURO CENA A BUFFET E TUTTI GLI ASSAGGI

INFO E PRENOTAZIONI

[email protected] <mailto:[email protected]>
Due Torri Hotel – P.za S. Anastasia, 4 – 37121 Verona Italia – tel 045 595044 – fax 045 8004130
[email protected]
prenotarsi via mail anche a: [email protected] <mailto:[email protected]> riceverete conferma scritta