Il vino che verrà nel 2012 è Puglia con Cantele al God Save The Wine del 26 Gennaio a Firenze

Lu suli, lu mare e lu ientu” – il sole, il mare e il vento. E’ così che in una canzone viene descritta la magica terra del Salento, da dove proviene Paolo Cantele e la sua famiglia, terra  in cui negli ultimi anni la viticultura ha fatto grandi passi in avanti in termini di qualità e raffinatezza delle proposte che si trovano sul mercato come potrete rendervi conto il prossimo giovedì 26 gennaio all’Helvetia Bristol per il prossimo God Save The Wine. Con una storica tradizione alle spalle, la Puglia si distingue sempre più per la capacità di produrre vini sempre più raffinati e ricchi di piacevolezza, dotati di una prorompente personalità, con i profumi del sole, il calore mediterraneo e una eleganza classica frutto di un approccio rigoroso alla moderna enologia.

A questo si aggiunge un eccellente lavoro in termini di comunicazione dell’identità dell’azienda come voce autentica del territorio, utilizzando mezzi al passo con i tempi, come dimostra l’attento uso dei social media di Paolo Cantele, ultima generazione della famiglia. Ci facciamo raccontare da lui le aspettative per il futuro:

  • Tempo di bilanci, cosa ha portato di nuovo il decennio appena passato al mondo del vino? Solo aspetti negativi o è proseguita la crescita degli scorsi anni.

Sarà per colpa (o merito) della mia natura ottimistica ma non riesco a vedere aspetti negativi, se non quelli congiunturali che hanno colpito più o meno tutti i settori, non solo quello del vino. Soprattutto se valutiamo l’aspetto qualitativo e di immagine credo che in questo decennio ci sia stata una crescita più “consapevole” rispetto al boom degli anni 90..

  • Tempo di previsioni: cosa ti aspetti nel mondo del vino per il 2011? Sarà l’anno della moda “naturale” o solo di una nuova consapevolezza del vino? quali saranno i prodotti che il pubblico cercherà di più’

Ritengo che la moda (ma solo questa) per i vini naturali stia già scemando, non l’attenzione da parte del consumatore su tutto ciò che provenga da produzioni ecosostenibili. La cultura del wine lover è cresciuta moltissimo in questi ultimi anni affidandosi sempre di più al proprio naso e al proprio palato piuttosto che alle migliaia “etichette”, denominazioni che hanno cercato di regolare il mondo del vino creando, invece, tanta confusione. Come sempre sarà la tipicità, la territorialità e la semplicità le armi vincenti per toccare le corde del consumatore.

  • Vino e musica: auguriamo un grande nuovo anno all’insegna di quale canzone bevendo un tuo vino?

“Sober” dei Tool, cantata magistralmente da Maynard James Keenan, wineproducer nel tempo libero. Il vino? Il nuovo “Varius” Syrah.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=2w38_Zv7umw[/youtube]

I vini che l’azienda presenterà sono:
Verdeca 2011
Negroamaro Rosato 2011
“Varius” Syrah 2010
“Teresa Manara” Negroamaro 2009
“Amativo” 2009

Cantele Vini
http://www.cantelevini.com
S.P. 365 (Salice Salentino – Sandonaci) Km 1 Guagnano (LE)
Telefono +39.0832.705010
Email [email protected]
www.cantele.it