La freschezza dal Veneto con Grappa, Prosecco e Amarone mercoledi 24 febbraio da Obica’ per God Save The Wine

Bottiglie dorate e con cristalli (come l’ultima “Stardust”), l’apertura dei Bottega Prosecco Bar in giro per il mondo, ben tre quelli aperti nel 2015, e un nome che diventa sempre più sinonimo di tradizioni italiane e non solo come distillatori. Bottega è diventato negli ultimi anni un marchio tra i più noti e rappresentativi per il vino e i prodotti italiani di qualità come Prosecco e Amarone della Valpolicella e inoltre anche Chianti Classico con una azienda di proprietà nella parte fiorentina della DOCG ovvero a Greve in Chianti e il Brunello di Montalcino.  

Un impegno a 360 gradi nel mondo del bere che cerca ogni anno di allargare il pubblico di riferimento con iniziative originali e innovative, con sempre un piede nella tradizione di distillatori che è nel DNA della famiglia da generazioni.

L’intervista è con Stefano Bottega che guida l’azienda di famiglia e che stavolta visto il tema si concentra sui vini della propria terra natale: 

Freschezza ed eleganza: sono davvero così importanti oggi? Quali tuoi vini incarnano meglio questa tendenza e questo gusto? Oppure pensi che il pubblico ami ancora vini potenti e muscolosi?

Freschezza ed eleganza sono certamente due elementi imprescindibili per il vino moderno che viene vissuto dal consumatore come un momento di gratificazione. Appagare il palato è pertanto l’obiettivo primario per tutti i produttori nell’ambito della propria filosofia. Il Prosecco sicuramente deve il suo successo all’eleganza e alla freschezza, combinate insieme nel segno dell’eccellenza. Tra i miei vini risponde egregiamente a queste caratteristiche il Millesimato spumante Blanc de Blanc, che richiama il Prosecco ante litteram della tradizione e che ha origine da un uvaggio di Glera e Chardonnay. I vini potenti e muscolosi, ovvero i grandi rossi, rimangono una passione che va accompagnata a pasti importanti. Il mio preferito: Amarone Bottega Il Vino degli Dei.

 

Mozzarella, pizza e vino e formaggi: un abbinamento per niente banale…cosa abbiniamo con queste grande eccellenza italiana?

Il Prosecco è un abbinamento di grande suggestione per la pizza e per la mozzarella. I formaggi stagionati trovano invece nel vino rosso un ideale compagno di avventura. A questo proposito, passando dal Veneto alla Toscana, suggerirei sua maestà il Brunello o anche un ottimo Rosso di Montalcino. Noi produciamo li produciamo, entrambi a marchio Bottega, nella cantina a gestione diretta di Montalcino. Ritornando alla pizza mi fa piacere ricordare una mia idea, ovvero la “pizza Millesimata al Prosecco”. Ha origine da un impasto realizzato con una farina di grano, arricchita da una selezione di lieviti di Prosecco. Una farina contenente quindi fibre e sali minerali, importanti nell’alimentazione moderna sempre più povera di questi elementi. Ne risulta una pizza estremamente digeribile, mentre i lieviti del vino la arricchiscono di lievi fragranze fruttate, tipiche del Prosecco.

Vini in Degustazione

  • Prosecco doc Poeti
  • Millesimato Stefano Bottega Brut
  • Amarone della Valpolicella
  • Grappa Riserva Privata barricata

 

Distilleria Bottega srl

Vic. Aldo Bottega, 2

31010 Bibano di Godega di S. Urbano(TV)

Tel. 0438-406817; Fax 0438-402582;

[email protected]