La Grappa Trentina centravanti di spinta a Lo Scudetto del vino Giovedi 27 ottobre Eataly Firenze

Torna finalmente a God sAve The Wine la grappa! E non poteva farlo meglio che con una istituzione importantissima degna del ruolo quasi di arbitro nella sfida Toscana vs  Piemonte della nostra partita. Con noi ci sarà infatti l’Istituto Grappa Trentina nato nel 1969 e che oggi l’Istituto conta 30 soci dei quali 20 distillatori rappresentando la quasi totalità della produzione trentina. L’Istituto ha il compito di valorizzare la produzione tipica della grappa ottenuta esclusivamente da vinacce prodotte in Trentino e di qualificarla con un apposito marchio d’origine e con la dicitura “Trentino Grappa”.

La Trentino Grappa è prodotta esclusivamente con vinacce trentine. I distillatori associati all’Istituto devono consegnare una campionatura del prodotto per controlli chimici in laboratorio e successive verifiche da parte di una commissione di assaggio. Solo se i controlli danno esito positivo il produttore potrà apporre sulle proprie bottiglie il marchio “Trentino Grappa”, il cosiddetto “marchio del Tridente” perché già simbolo della città di Trento (per i romani infatti era Tridentum).

bicchiere-tridente-grappa-trentina

La produzione annua di grappa del Trentino rappresenta circa il 10% di quella nazionale, vale a dire circa 4 milioni di bottiglie equivalenti (da 70 centilitri). La produzione media annua di grappa in Trentino è di circa 10 mila ettanidri di grappa distillando, sempre in media annua,16 mila tonnellate di vinaccia. Tre le tipologie principali di grappa prodotta: quella da uve aromatiche (40% del totale), quella destinata all’invecchiamento (circa il 35%) e quella da vinacce miste (circa il 25% della produzione). Il fatturato medio annuo che la grappa genera in Trentino è calcolato intorno ai 15 milioni di euro per l’imbottigliato e 2 milioni di euro per quanto riguarda la materia prima.

Ma quali sono i profumi e il gusto della Trentina grappa?

La provincia di Trento, prevalentemente montuosa, vanta vinacce di grande pregio: l’acidità, normalmente elevata, le rende difficili prede di microrganismi dannosi, mentre le condizioni pedoclimatiche favoriscono in modo eccezionale la ricchezza in principi aromatici. Sotto questo profilo concorre in modo notevole anche la tipologia dei vitigni tra i quali spiccano quelli aromatici o semiaromatici: Moscato, Müller Thurgau, Traminer, Riesling, Silvaner e Nosiola.

 

La vostra  grappa con le loro diverse tipologie e vitigni in che ruolo giocano? Raccontaci come giocherebbero le vostre grappa sul campo da calcio dell’italia e a quale giocatore assomiglia di più…

L’Italia è il Paese della Grappa, unico stato nel mondo che può chiamare così i distillati di vinaccia. Il Trentino in Italia (e nel mondo) è l’unica regione in cui la grappa è tutelata, sostenuta e promossa da un marchio, quello che nel vino sarebbe la Docg, che è il Tridente, simbolo di qualità, ma anche di storia, di esperienza, di familiarità, di maestria (perchè distillare non è una cosa che tutti possono fare) e soprattutto di un prodotto ottenuto seguendo un rigido disciplinare che guarda sì alla bontà dei prodotti, ma anche alla loro salubrità per il consumatore finale.

La Trentino Grappa per queste cose potrebbe essere definita un centravanti di spinta, perchè negli anni nel mondo ha portato la grappa italiana a farsi apprezzare, facendo da traino per tutti. Un giocatore? Guardando al passato potrebbe essere un Tardelli degno della migliore finale di campionato mondiale.

Italy -Trentino Alto Adige

Italy -Trentino Alto Adige

Avremo grandi ingredienti di stagione, funghi e tartufi, che tengono in pugno il naso del consumatore con i loro profumi così come grappa e distillati. C’è una correlazione tra i due prodotti? Ci sono stati mai esperimenti di abbinamenti con questi ingredienti e la grappa?

Abbiamo e facciamo continuamente degli abbinamenti. Di sicuro funghi e tartufi sono elementi che potrebbero essere tentati, con una grappa invecchiata magari. Diciamo che i migliori abbinamenti con le nostre grappe sono quelli con i formaggi erborinati, ma anche stagionati. I dolci secchi a fine pasto. Con una grappa invecchiata poi, per “meditare”, un sigaro toscano, ma non solo, meglio se davanti a un camino.

Prodotti in degustazione:

  • Selezione di Grappa Trentina giovane
  • Selezione di Grappa Trentina invecchiata
  • Selezione di Grappa Trentina da uve aromatiche

Istituto Tutela Grappa del Trentino

Via del Suffragio, 3 – 38100 Trento

Tel/fax: +39 0461 235378 email: [email protected]; www.grappatrentinadoc.it