La cultura del vino dal Castello di Poppiano alla Maremma, il Conte Ferdinando Guicciardini a Fiesole il 22 Giugno per God Save The Wine

La cultura del vino toscano è sempre stata coltivata e oggi salvaguardata da molte famiglie come quella del Conte Ferdinando Guicciardini che oltre ai possedimenti attorno al Castello di Poppiano nei Colli Fiorentini, si è impegnato anche in un grande progetto enoico in Maremma con grande attenzione al Morellino di Scansano ma anche vini bianchi con un carattere forte e deciso come il Vermentino e il Viogner che dal Rodano francese è stato portato in questa zona con risultati molto particolari. Ne parliamo con Gabriele Farolfi:

1. Il vino è ancora parte della nostra cultura?
I vini del cosiddetto “Nuovo Mondo” (Australia, Sud Africa, Nuova Zelanda) hanno puntato tutto sul marketing e sulla comunicazione aggressiva, riuscendo a far breccia in molti paesi in cui il vino italiano era leader indiscusso. Noi italiani continuiamo a mostrare sempre un velato snobismo non riuscendo a valorizzare in termini di comunicazione il nostro valore competitivo più forte: la tradizione. La chiave di svolta sarebbe infatti quella di riuscire a comunicare le nostre profonde radici in modo efficace, al passo coi tempi e soprattutto in maniera più compatta, mettendo da parte effimeri campanilismi.

2 Perchè il consumatore dovrebbe spendere più di 5 euro per una bottiglia di vino?
La missione è difficile ma non impossibile: è fondamentale educare i consumatori a valutare le “differenze”. Come produttori al 100%, c’è una strada sola: far vivere al consumatore in prima persona tutto il processo produttivo, dalla vigna, fino ai processi di vinificazione, affinamento e imbottigliamento promuovendo iniziative di contatto tra consumatore finale e produttore. E’ necessario aprire le porte delle nostre cantine al fruitore finale, che possa toccare con mano gli sforzi profusi da chi produce. Molte delle nostre denominazioni più storiche, Chianti in primis, sono state screditate dai prezzi troppo bassi e si sono posizionate erroneamente sul mercato come prodotti “da prezzo”. Un vero problema per chi produce con tanta passione prodotti di qualità.

La Tenuta Massi di Mandorlaia in Maremma

3- Musica e vino d’Estate…2011
Siamo in un anfiteatro romano: considerando che il vino italiano e in particolare il Chianti, sono attesi da sfide di mercato durissime e dovranno avere sete di rivincita, scelgo la colonna sonora de “Il Gladiatore”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=7CbxBiPArkc[/youtube]

Vini in degustazione
Morellino di Scansano DOCG “I Massi Di Mandorlaia” 2008
Chianti Colli Fiorentini DOCG “Castello di Poppiano Riserva” 2007
Massi di Mandorlaia “Vermentino” 2010
Castello di Poppiano “Camposegreto Viognier” 2010

Conte Ferdinando Guicciardini c/o Castello di Poppiano
50025 Montespertoli (Firenze) Italy
Tel: +39-055-82315 – Fax: +39-055-82368
E-mail: [email protected]