Nuove avventure per Ferdinando Guicciardini, nel Chianti Classico e all’Hard Rock Cafe e giovedi 28 gennaio con God Save the Wine

La nuova avventura appena iniziata nel Chianti Classico (con l’acquisizione della Fattoria Belvedere a Campòli, una meraviglia di tenuta in una delle migliori zone delle denominazione da sempre) ci serve per ribadire la contemporaneità e la storia che hanno sempre mostrato la qualità della famiglia Guicciardini . Una storia che prosegue ancora oggi fin dal lontano, appunto, 1199, anno della prima vendemmia e che oggi vede sempre nuove proposte come il nuovo spumante da uve Incrocio Manzoni, un unicuum per la Toscana tutta da scoprire.  La cultura del vino toscano è sempre stata coltivata e oggi salvaguardata da molte famiglie come quella del Conte Ferdinando Guicciardini che oltre ai possedimenti attorno al Castello di Poppiano nei Colli Fiorentini, si è impegnato anche in un grande progetto enoico in Maremma con grande attenzione al Morellino di Scansano ma anche vini bianchi con un carattere forte e deciso come il Vermentino e il Viogner che dal Rodano francese è stato portato in questa zona con risultati molto particolari. E a corollario di tutto, ecco da pochi anni anche aggiungersi in cantina il nuovo nato La Historia che vuole essere un trait d’union tra passato e futuro. Vini che non sembrerebbero rock ma che sono pronti a stupirvi come ci racconta Gabriele Farolfi, direttore commerciale:
24

Vino e Rock, quali i punti a comune? Se il rock è ribellione, lo è anche il vino? Oppure sono due elementi inconciliabili? Perchè tra gli amanti del rock ci sono tanti appassionati di vino?

Associo il Rock ai viaggi on the road, a calde ballate davanti al fuoco e serate di emozioni forti tra amici: non è anche il vino un grande protagonista di tutto questo? Se il vino è per me fondamentalmente tradizione e radici che non gelano, e parlare di tradizioni oggi vuol dire in realtà essere ribelli allora si…il vino è ribellione. Chi ama il Rock ama anche il vino perché fatto di sudore, passione, calore umano..

 

Cucina Southern Comfort Food e vino pare un matrimonio davvero difficile…c’è un tuo vino ideale per qualche abbinamento alla cucina dell’Hard Rock Cafe? (tra i piatti da cui scegliere, il legendary burger con salsa barbecue, gli involtini vegetariani, le costine di maiale in agrodolce, i nachos formaggio e peperoncini…)

Il nostro nuovo Spumante Brut, a base di Incrocio Manzoni, si abbina a questo genere di cucina.. la bollicina aiuta a “sgrassare” il palato e prepararlo ad un nuovo boccone!ù

 

Vino e Rock, se un tuo vino fosse una canzone rock quale sarebbe? (faremo una compilation su Spotify con le vostre selezioni!)

Una delle più belle ballate di Bruce Springsteen.. “The River”, dove un padre e una figlia si ritrovano davanti allo scorrere di un fiume a parlare dei loro ricordi. Come aprire una vecchia annata di una Riserva…

 

Vini in degustazione

La Historia Rosso Toscana Igt 2012

Castello di Poppiano Riserva Chianti Colli Fiorentini 2012

Morellino di Scansano I Massi di Mandorlaia 2013

Spumante “Manzoni Bianco” Brut

 

Conte Ferdinando Guicciardini c/o Castello di Poppiano

50025 Montespertoli (Firenze) Italy

Tel: +39-055-82315 – Fax: +39-055-82368

E-mail: [email protected]

www.conteguicciardini.it

2 thoughts on “Nuove avventure per Ferdinando Guicciardini, nel Chianti Classico e all’Hard Rock Cafe e giovedi 28 gennaio con God Save the Wine

  1. Alessandro says:

    Grazie Andrea, questi articoli aiutano a capire cosa ci aspetta al God Save the Wine e ad arrivare all’evento già sapendo in linea di massima su cosa concentrare le nostre attenzioni !

  2. Andrea Gori Andrea Gori says:

    Infatti Alessandro! L’idea è quella! più si sa prima di un vino e più lo si apprezza dopo…

Comments are closed.