Presentazione nuova rivista Sommelier Toscana

presentaziona si toscana rivistaSono appena tornato dalla bella festa tenutasi oggi alle 17:00 al Grand Hotel di Firenze per la presentazione della nuova rivista associativa regionale AIS.
Dire “rivista associativa” però è già un pochino riduttivo perchè averla tra le mani (dopo averne tanto discusso in rinunioni infinite) fa un effetto bellissimo! Prima di tutto è brossurata e piuttosto rigida con la suo costola elegantemente bianca, poi le foto sono bellissime, la coperrtina originale e curiosa con le nostre top (model) sommelier donna che sporgono tra i filari di viti e lo stile è molto moderno e dinamico con un bell’uso del bianco e del nero, bella grafica degli articoli e pure i redazionali sono fatti bene. Insomma non per passare da chi se la canta e se la suona ma a me sommelier toscano la nostra rivista piace parecchio! Rispetto alla precedente, qua c’è un sacco di spazio per le vicissitudini e gli eventi associativi delle varie delegazioni, un vissuto dei tanti sommelier che si imoegnano negli innumerevoli servizi che quotidianamente AIS Toscana eroga sul territorio. copertina numero 1Fa piacere vedere Paolo Zaini (Vinsanto su RexBibendi) avere il suo bell’articolo sul Mercatale di Montevarchi (già visto in parte sul sito AIS Toscana ).
Ed è questo uno dei pregi della nuova nata, ovvero dare voce sia alle istituzioni, vedi l’intervista a Marco Pallanti dove vengono spiegate le tre anime del Chianti Classico, sia ai trend del momento, come il focus principale sulle donne sommelier (tutti parlano di donne e vino e vino delle donne ma mi pare sia il primo articolo SERIO sul servizio donna del vino…) e , ovviamente alle degustazioni (con una bellisima panoramica sul Carmignano DOCG realizzata lo scorso Giugno a Prato).
E poi, finalmente anche i miei amici di Vino24 con la loro pagina sulle notizie flash dal mondo del vino, addirittura in chiusua in ultima pagina!
Un altro grande pregio è che la rivista nasce bi-lingua italiano-inglese e questo significa che si rivolge non solo a chi in Toscana ci vive ma anche per chi ci lavora e per chi ci viene in vacanza che può trovarci consigli e indirizzi da visitare, oltrechè uno spaccato di “tuscan way of wine”.
Da sommelier informatico quale sono è ovvio che avrei voluto vedere qualcosina di più sul web e maggiori riferimenti al “mio” sito e mi spiace un pò che un sacco di gente si sia mobilitata alla grande per la rivista e consideri il sito molto poco (ma questo è un pò una costante ais…)ma come Osvaldo mi ha detto, non è che l’inizio di una lunga avventura…e in ogni caso mi pare che siamo la prima rivista sul vino che, per ora, ha uno spazio fisso del sommario dedicato a Internet (smentitemi se non è vero!).
Per ora la rivista “tira” 10mila copie distribuite GRATUITAMENTE ai soci AIS Toscana e a 5000 fra ristoranti (tra cui Burde, ovviamente, quindi se volete una copia passate pure da me) hotel ed enoteche in Toscana e fuori ma se la volete ricevere, non avete che da scrivere alla segreteria AIS Toscana.
Non potevano mancare i vini in assaggio a questa anteprima (ovviamente erano tra gli “sponsor” della rivista) ma in barba al conflitto di interesse vi dico che almeno due mi hanno veramente colpito (e visto che non sono ANCORA famose, ne parlo bene io per primo…).
Il primo è un ottimo e gradevolissimo (ai limiti del piacione) Sangiovese-Merlot-Syrah, tale Carminio, da Pistoia (!) di Casalbosco, realtà giovane a pochissimi km dai famosi Marchesi Pancrazi di Villa di Bagnolo ma che promettono benissimo (ma il sito camberà presto perchè come vedete il look delle etichette è stato radicalmente cambiato).
casalboisco
L’altro è l’ IGT della Tenuta La Querce dai mie amati Chianti Colli Fiorentini, un grande sangiovese canaiolo elegante e potente che avrei preferito vedere come “Chianti Riserva” ma cui il mercato non aprirebbe le porte, come giustamente mi faceva notare Marco Ferretti direttore dell’azienda.
querce
Insomma gran bel pomeriggio e complimenti al Direttore Editoriale Leonardo Taddei e al Direttore Responsabile Marzia Morganti Tempestini le cui professionalità ed esperienza sono state preziosissime per questa nascita.
Bravi e auguri!

Aggiornamento: AIS nazionale e Ziliani si sono accorti di noi!

Today in Florence, in the winter garden of the luxury hotel Grand Hotel, AIS toscana showed the public the new magazine for AIS Toscana members. The main goal of this new publication is to be interesting not only for tuscan sommelier but for a wider range of public, like hotel’s guests, restaurants, tourist and other wine related enterprises. The magazine comes in two languages (italian and english) and it gives a look on the female sommeliers in tuscany, on the Carmignano DOCG (each wine is also described in english) and there’s also an interesting interview with Marco Pallanti of Chianti Classico Consortium. A third of the magazine is also devoted to the local organization inside AIS Toscana,like Florence, Arezzo and Siena and their events and tasting courses. If you want to receive you own FREE copy, write to AIS toscana office in Calenzano (FI) at [email protected] .