Scopriamo il Chianti e il Chianti Classico 2007 e 2008 con i Vini Giusti da Burde Sabato 20 febbraio

E’ vero che, per gli operatori del settore, ci sono Martedì 16 e Mercoledì 17 alla Leopolda ma per tutti i comuni mortali Sabato 20 Febbraio dalle 17 in poi ci sono da Burde i Vini Giusti, di cui vi abbiamo già parlato qui. In particolare, avremo nella zona produttori molte anteprime delle annate appena poste in commercio o imminenti. E ovviamente la possibilità di confrontare i terroir del Chianti Classico con Panzano in Chianti, Castelnuono Berardenga, Castellina in Chianti, Radda, Gaiole e San Casciano (e zone limitrofe come Colli Fiorentini ed Empolese). Alla ricerca di quel famoso gout de terroir che il Classico sta inseguendo da anni…

Ma ecco il dettaglio Chiantigiano con le caratteristiche tipiche di ogni sottozona:

Radda in Chianti (mineralità)

  • MONTERAPONI (Chianti Classico, Radda)

San Casciano e Poggibonsi (finezza e grazia)

  • CASTELLO DI MONSANTO (Chianti Classico San Casciano)
  • IL BORGHETTO (Chianti Classico, San Casciano)

Castelnuovo Berardenga (sottobosco, humus e minerale)

  • SAN FELICE (Chianti Classico Castelnuovo Berardenga)

Castellina (acidità e intensità)

  • CECCHI (Chiant Classico Castellina)
  • RUFFINO (Chianti Classico, Castellina

Gaiole (eleganza ed equilibrio)

  • LA PORTA DI VERTINE (Chianti Classico, Gaiole)

Panzano in Chianti (potenza e fruttato)

  • LE CINCIOLE (Chianti Classico, Panzano)
  • FONTODI (Chianti Classico, Panzano)

Altre Zone

  • CORZANO E PATERNO (Chianti)
  • VILLA Petriolo (Chianti)

Aperture e orari:

Vini in degustazione dalle 17 alle 22:30,  10 euro ingresso con bicchiere, 35 euro con cena inclusa (25 cena + 10 vino). é graditissima la prenotazione per la cena, abbiamo solo 50 poti a sedere quindi avremo due turni, il primo  alle 20 e il secondo  alle 22.

Prenotazioni : [email protected] o via telefono 055317206

E ora per qualcosa di completamente diverso, il comunicato stampa!

“I VINI GIUSTI”: percorsi ed assaggi fra il buon gusto ed il buon senso

Quarta edizione ormai alle porte per “I VINI GIUSTI”. Da Burde, classica trattoria toscana di una volta con un particolare attenzione alla proposta vinicola, attende l’arrivo dei 32 produttori selezionati secondo criteri di eccellenza e convenienza da Guido Ricciarelli, critico enogastronomico. Criteri oggettivi, è bene sottolinearlo, derivanti dall’analisi dei punteggi e delle segnalazioni di oculatezza nei prezzi delle principali guide e pubblicazioni di settore. Questo l’elenco definitivo delle aziende che animeranno la manifestazione nella giornata di sabato 20 febbraio 2010 ad iniziare dalle ore 17.00:

Marchesi Antinori, Argentiera, Boscarelli, Castello di Monsanto, Cecchi, Collemassari, Corzano e Paterno, Dei, Fontodi, Tenute Guicciardini Strozzi, Il Borghetto, La Porta di Vertine, La Rasina, Le Berne, Le Cinciole, Monteraponi, Nardi Silvio, Panizzi Giovanni, Petra, Villa Petriolo, Pietro Beconcini, Ruffino, Salcheto, Salustri Leonardo, San Felice, Tenute Donna Olga, rappresenteranno l’anima dei diversi territori toscani.

Importanti capofila regionali come Cantina Tramin, Venica & Venica, Arnaldo Caprai, Tenuta Alfonso Spada, Terre di Balbia, Donnafugata, alfieri rispettivamente di Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Campania, Calabria, Sicilia, completeranno un’offerta all’insegna della massima rappresentatività nazionale.

I VINI GIUSTI 2010 si presenta come appuntamento multiforme: è anzitutto un banco d’assaggio aperto al pubblico (ticket di ingresso con degustazione libera degli oltre 100 vini in assaggio dalle ore 17.00 10 euro – cena alla carta su prenotazione, comprensiva di degustazione libera, 35 euro). Ma è anche giornata imperdibile per gli operatori viste le molte anteprime assolute annunciate (Vernaccia di San Gimignano 2009, Chianti Classico 2008 e Riserva 2007, Nobile di Montepulciano 2007 e Riserve 2006, Brunelli di Montalcino 2005 e Riserva 2004). 32 campioni (un “vino giusto” per azienda) saranno poi sottoposti al vaglio di una commissione tecnica per classi omogenee di prezzo con meccanismo di selezione che porterà, come atto conclusivo della manifestazione,  alla proclamazione dei VINI GIUSTI 2010.

Andrea e Paolo Gori, con lo staff di Burde al completo, si propongono dunque come i padroni di casa di una manifestazione che intende promuovere il buon bere e l’ottima tavola a prezzi assennati.

“I VINI GIUSTI”: percorsi ed assaggi fra il buon gusto ed il buon senso

Quarta edizione ormai alle porte per “I VINI GIUSTI”. Da Burde, classica trattoria toscana di una volta con un particolare attenzione alla proposta vinicola, attende l’arrivo dei 32 produttori selezionati secondo criteri di eccellenza e convenienza da Guido Ricciarelli, critico enogastronomico. Criteri oggettivi, è bene sottolinearlo, derivanti dall’analisi dei punteggi e delle segnalazioni di oculatezza nei prezzi delle principali guide e pubblicazioni di settore. Questo l’elenco definitivo delle aziende che animeranno la manifestazione nella giornata di sabato 20 febbraio 2010 ad iniziare dalle ore 17.00:

Marchesi Antinori, Argentiera, Boscarelli, Castello di Monsanto, Cecchi, Collemassari, Corzano e Paterno, Dei, Fontodi, Tenute Guicciardini Strozzi, Il Borghetto, La Porta di Vertine, La Rasina, Le Berne, Le Cinciole, Monteraponi, Nardi Silvio, Panizzi Giovanni, Petra, Villa Petriolo, Pietro Beconcini, Ruffino, Salcheto, Salustri Leonardo, San Felice, Tenute Donna Olga, rappresenteranno l’anima dei diversi territori toscani.

Importanti capofila regionali come Cantina Tramin, Venica & Venica, Arnaldo Caprai, Tenuta Alfonso Spada, Terre di Balbia, Donnafugata, alfieri rispettivamente di Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Campania, Calabria, Sicilia, completeranno un’offerta all’insegna della massima rappresentatività nazionale.

I VINI GIUSTI 2010 si presenta come appuntamento multiforme: è anzitutto un banco d’assaggio aperto al pubblico (ticket di ingresso con degustazione libera degli oltre 100 vini in assaggio dalle ore 17.00 10 euro – cena alla carta su prenotazione, comprensiva di degustazione libera, 35 euro). Ma è anche giornata imperdibile per gli operatori viste le molte anteprime assolute annunciate (Vernaccia di San Gimignano 2009, Chianti Classico 2008 e Riserva 2007, Nobile di Montepulciano 2007 e Riserve 2006, Brunelli di Montalcino 2005 e Riserva 2004). 32 campioni (un “vino giusto” per azienda) saranno poi sottoposti al vaglio di una commissione tecnica per classi omogenee di prezzo con meccanismo di selezione che porterà, come atto conclusivo della manifestazione,  alla proclamazione dei VINI GIUSTI 2010.

Andrea e Paolo Gori, con lo staff di Burde al completo, si propongono dunque come i padroni di casa di una manifestazione che intende promuovere il buon bere e l’ottima tavola a prezzi assennati.