Stasera a Milano anche l’Astemia Pentita e il suo Barolo per God Save The Wine al Duomo21

Impossibile da non notare arrivando nel comune mito di Barolo,  la cantina de l’Astemia Pentita in tutta la sua particolarità architettonica ha fatto discutere molto di più dei vini che produce che però finalmente potrete assaggiare grazie alla nostra serata milanese allo spettacolare Duomo21.  I proclami di indignazione, i sortilegi invocati e le grida allo scempio non si sono mai del tutto placati ma, nel frattempo, i vini de l’Astemia Pentita hanno mosso i primi passi nel mondo delle enoteche e dei ristoranti, Piemonte compreso.

Il pubblico di God Save The Wine è sempre variegato e intrigato dalle novità che mettano insieme vino e altri mondi come quello del design ed assaggiarli insieme ci pareva necessario e non più rimandabile. Particolarissime poi le bottiglie di Dinamico a forma di donna e uomo stilizzati, pensate per il Barolo ma che ospitano un vino denominato Dinamico, un blend di annate diverse tra dolcetto, nebbiolo e barbera ma ci saranno ovviamente anche Barolo e Barbera da assaggiare. In cantina l’enologo è Mauro Daniele, langarolo e proprietario della cantina Le Strette, con lunghi trascorsi in casa Ceretto. I vini sono ben più tradizionali di quanto il “progetto” faccia immaginare ma il packaging, secondo i proprietari, fa molto più discutere in Italia che all’estero, dove l’interesse è tutto per la parola Barolo e nient’altro.

“Energia e Cambiamento” valgono per Milano, ma inquadrano bene anche il mondo del vino negli ultimi 30 anni:  credi che ci sia ancora tanto lavoro da fare in vigna e in cantina o il cambiamento deve avvenire ad altri livelli?

La filosofia aziendale ha ovviamente il suo cardine nei vigneti dove si gioca il 95% della buona riuscita di un vino. Senza troppa enfasi e retorica,  si punta ad una gestione del vigneto sana ed attenta a mantenere un buon equilibrio tra pianta e terreno andando nel limite del possibile a gestire le bizzarrie del clima. In cantina una buona gestione tecnica delle varie fasi di lavorazione permette di conservare al meglio quello che si è prodotto in vigna, senza ricorrere a massaggi, make-up o lifting (la pazienza ed il tempo risolvono tanti problemi). In conclusione il lavoro in vigna ed in cantina non finiscono mai, ma il mondo del vino forse oggi ha anche bisogno di qualcosa al di fuori di questi ambiti.

Nella nostra cantina il vino nobile viene ambientato in una scena architettonica moderna che lo accoglie in modo adeguato al suo status di pregio. Il vino esce dalla cantina e viaggia nel mondo raccontando la storia del connubio tra tradizione e modernita, un modo per comunicare e comunicarsi nel mondo globale.  Dinamici anche da fermi , un mantra dell’ Astemia Pentita di Sandra Vezza, rappresenta la visione tra il territorio e il mondo.

bottiglie astemia pentita burde

I tuoi vini e i classici della cucina milanese: cotoletta alla milanese, cassoeula, mondeghili, rustin negaà, risotto con ossobuco…scegli il tuo preferito e abbinaci un tuo vino!

Uno per ciascuno dei vini che potrete assaggiare e provare a casa vostra…

Rustin negaà con il Dinamico, i Mondeghili con la nostra Barbera d’Alba e infine uno un poco forzato ma che vi consigliamo vivamente ovvero il Risotto con ossobuco con il nostro Barolo Cannubi, ovviamente però dopo qualche anno di affinamento!

 

Vini in degustazione

Dinamico vino rosso

Barolo Cannubi DOCG 2010

Barbera D’Alba DOC 2013

 

L’Astemia Pentita

Via Crosia n. 40

12060 Barolo (CN)

+39 0173 56 05 01

Mob. +39 337 12 74 874

Web Page: http://www.astemiapentita.it

Skype: [email protected]

Facebook: http://www.facebook.com/astemiapentita

Twitter: @astemiapentita