alto adige

Le vette dell’Alto Adige, i vini fuoriclasse che sfidano i più grandi bianchi del mondo

Considerata da anni la regione più qualitativa e sorprendente d’Italia, l’Alto Adige vinicolo ha visto nascere e svilupparsi alcuni vini davvero imponenti in termini di prezzo e prestazioni nel bicchiere. Un’esplosione di qualità e di investimenti in vere e proprie cuvèe de prestige che lanciano una sfida coraggiosa ai grandi bianchi del mondo cercando di guardargli negli occhi… Tramite selezioni accurate, microparcelle o assemblaggi rigorosissimi i risultati sono spesso in effetti impressionanti ma basterà per porsi al centro delle mire degli appassionati del mondo enoico bianco? (altro…)

Lago di Caldaro Pfarrhof 2015 Kellerei Kaltern

La schiava come dovrebbe sempre essere per farsi amare al primo naso, coinvolgente fresca ma che si mostra comunque poco a poco svelando nel tempo sorso dopo sorso la sua profondità. Da vecchie vigne al livello del lago, un vino ricco di frutta di bosco, ciliegia, ribes rosso e fragola aperti e coinvolgenti ma anche pepe e spezie delicate e stuzzicanti dopo qualche secondo nel bicchiere. Il gusto pare dolce e rotondo ma in realtà la freschezza tiene botta e mantiene vivo e vitale il tutto rilanciando sempre la beva. (altro…)

Lago di Caldaro Leuchtenburg 2015 Erste + Nuee Kellerei

Da vecchie vigne vicine al borgo di Caldaro, grandi escursioni termiche e maturità eccezionale raggiungibile praticamente ogni anno e a maggior ragione in una grande annata come questa. La vinificazione in legno e acciaio restituisce un frutto scuro pepato e che sconta solo inizialmente un tocco di riduzione ma che poi risplende di una luce fruttata bellissima e coinvolgente. (altro…)

Riesling Saarburger Saar/Mosel Alte Reben Dr Fischer 2014

Un vecchie vigne per una selezione molto interessante di uve non Qmp (quindi che non rientrano nella classificazione più alta dei Riesling tedeschi di qualità) ma che ha un bilanciamento particolare grazie alle note zuccherine che al naso ne esaltano le sensazioni fruttate agrumate e floreali nonché leggermente fumè e salato/iodato che che in bocca si accentuano. (altro…)

Giovedi 19 maggio I Pirati del Kaltersee a Firenze! Alto Adige e Toscana a tavola da Burde

I Pirati del Lago di Caldaro – Kaltersee fanno tappa a Firenze giovedi 19 maggio con  il loro tour in bicicletta!  Andrea Moser della Kellerei Kaltern Caldaro e Gerhard Sanin della Erste + Neue a bordo di un tandem a metà maggio sono partiti  dalle fresche acque del Lago di Caldaro per raggiungere l’assolata Capri. (altro…)

Riesling Saar/Mosel Kabinett Ockfener Bockstein Dr Fischer 2014

Un vino che segna l’ingresso per Martin Hofstaetter nell’olimpo dei grandi vini tedeschi “mit predikat” ovvero con una denominazione che ne indica la vigna e impedisce lo zuccheraggio. Struttura forza ricchezza e maturità devono essere raggiunti in vigna e a queste latitudini servono vigneti particolari e ben delineati. Qui siamo di fronte ad un naso molto reticente che si svela pian piano come a trattenersi il meglio per gli anni a venire. (altro…)

Hofstaetter Lagrein Vigna Steinraffler Alto Adige Doc 2012

Non stupisce mai se il Lagrein è una delle uve più ricercate e apprezzate in Alto Adige: pochissime altre uve sono in grado di dare questa bellissima concentrazione di aromi colore e sensazioni fruttate senza poi eccedere in tannino e aggressività. Invece il lagrein, e questo in particolare, è davvero prodigioso con note di mirtillo, ribes nero, cassis, prugna e tante speziature e balsamici. (altro…)

Hofstaetter Pinot Nero Meczan Alto Adige Doc 2014

Lo spätburgunder da tutti i giorni di casa Hofstaetter ha un colore lieve e ma senza cedimenti, freschissimo e  dinamico con un naso seducente immediato e croccante di ribes rosso, lamponi e un floreale molto marcato. Bocca pulita snella ma con un finale per niente banale che si fa ricordare mentre il tannino gentile accarezza il palato lasciandolo pulito netto e dissetato. (altro…)

Riesling Saar/Mosel Trocken Dr Fischer 2014

Il riesling perfetto per conoscerlo e innamorarsene al primo “naso”. Un vino  già pronto e godibile con una grande intensità aromatica fatta di note tropicali e scaglie gessose appena accennata, nessun tocco di idrocarburo (spesso un difetto nei vini giovani da riesling). (altro…)

La Storia del Riesling e come abbinarlo a tavola, il futuro da scrivere e cucinare

Dagli antichi Romani fino ai giorni nostri, la storia di un vitigno che ha appassionati per millenni l’umanità e non smette di stupire. Silvio Ariani ce ne spiega il fascino e le vicissitudini storiche mentre Paolo Gori in una cena in trattoria a Firenze ha provato ad abbinarlo con i sapori ancestrali della cucina toscana. (altro…)