trebbiano

Bibbiano Vin Santo del Chianti Classico San Lorenzo 2010

Un piccolo grande capolavoro di grazia e levità classica bibbianese…malvasia e trebbiano raccolti tardivi per concentrare aromi e gusto poi appassimento per 3-4 mesi fino a poco prima dell’epifania su graticci. Spremitura dolce e poi in caratelli di 4-5 legni diversi dal rovere al castagno passando da acero e frassino.

(altro…)

Vin Santo 2009 Castello del Trebbio

Un vin santo tradizionalissimo con un piccolo saldo di sangiovese insieme alla maggioranza di malvasia e trebbiano, un colore mogano bellissimo e struggente che conquista e appaga vista e olfatto con albicocca, lieve volatile che aggiunge freschezza insospettata che torna alla lunga nel palato. (altro…)

Selengaia Chianti Docg 2013 Sergio Falzari

Il vino più importante d’Italia forse e della Toscana senz’altro in termini di numeri e rappresentatività non ha molti campioni biodinamici da presentare: fortuna che Sergio Falzari ha deciso fin da subito di usare questo metodo anche sulla DOCG più famosa d’Italia nel mondo. (altro…)

Altrove Igt Rosso Toscano 2011 Sergio Falzari – Biodinamico

Il minimo comune denominatore del vino nel mondo sono i vitigni bordolesi: tranne rare eccezioni è difficile valutare il valore di un territorio se non si sono provate a coltivare queste uve. In casa Sergio Falzari (Vinci) il vino più importante e ambizioso in azienda è questo sangiovese cabernet merlot, con quasi due anni di botte. (altro…)

Tinnari Igt Bianco Toscano Trebbiano 2014 Sergio Falzari

Annata difficile ma perfetta per tirar fuori da un bianco il vero carattere. Ancora di più se si parla di Trebbiano, un’uva che deve ancora dimostrare tutto il suo potenziale soprattutto in Toscana. Questo vino è anche un esempio di biodinamica al servizio della riscoperta del varietale, che secondo il produttore Sergio Falzari, nel trebbiano toscano, è la nota di glicine: in effetti ben presente, assieme ad altre note floreali di campo e frutta tra mela golden, mirabelle e toni più speziati di miele e lieve affumicatura. (altro…)

La Biodinamica a Vinci con Sergio Falzari venerdi 27 maggio a cena da Burde

Ecco all’ultimo appuntamento prima dell’Estate con le nostre degustazioni del venerdi da Burde…E sarà particolare perchè avremo modo di incontrare incontrare Sergio Falzari e la biodinamica a Vinci! Incontreremo un Chianti come non l’aveta mai assaggiato, un bianco toscano sorprendente a base Trebbiano e un vino di territorio particolare a partire dal nome, “Altrove”. Ma non saranno le uniche sorprese della serata visto che il lavoro di Sergio comprende una serie di esperimenti e studi su sangiovese e trebbiano che assaggeremo insieme… (altro…)

Regali in stile God Save The Wine: perchè regalare un Vin Santo del Chianti Classico?

Forse il vino più adatto alla pace, all’armonia e all’amicizia sotto la cui bandiera si celebrano le feste in questo periodo e sicuramente il vino che in Toscana rappresenta la tradizione e il trapasso da generazione in generazione di riti e rituali. All’Hotel Bernini ne abbiamo parlato con Francesco Gera di Castelli del Grevepesa, autori di un Vin Santo tradizionalissimo quasi secco che non dispiacerà agli amanti della tipologia e i nostalgici. (altro…)

Tunia Cantomoro 2009 IGt TOscana

La Val di Chiana regala un piccolo angolo adatto anche all’ubiquitario cabernet sauvignon vinificato con una lunga macerazione sulle sue bucce. Prima annata per un vigneto impiantato nel 2005 ma già bella la concentrazione e sbalorditivo il colore che svela ancora note di porpora. (altro…)

Chiassobuio 2010 Tunia IGT Toscana

Un vino che da Arezzo dove viene prodotto strizza l’occhio alla Toscana più classica centrale e che restituisce un’idea di sangiovese a metà tra il Chianti e Montalcino. Vinificato in acciaio e in parte in rovere e con un saldo di canaiolo e colorino che lo completano in colore e in speziatura, è un vino molto pacato ed equilibrato con un tannino ancora acceso che lo rende ben abbinabile a molti piatti della tradizione. (altro…)

Tunia Chiarofiore 2012 Igt Toscana

Uno degli orange wine più famosi d’Italia ha casa proprio in Val di Chiana grazie a Francesca e Chiara Di Benedetto che a partire da Vermentino e Trebbiano compiono una delle poche magie di questa tipologia ovvero coniugare naso ossidativo da sherry vin santo con note di mallo di noce, castagne, agrumi canditi con una bocca pulsante e viva. Morbido ed equilibrato eppure fresco, un vino che scorre veloce ma sempre nuovo ad ogni sorso sopratutto se gustato a temperatura da rosato o chiaretto in modo che possa allargarsi su tutto lo spettro olfattivo di cui è capace.   (altro…)