vermentino

Pagus Camilla Selezione Vermentino 2015 Poggio al Tesoro

Un coraggioso tentativo di spostare in alto l’asticella sul vermentino e non solo quello toscano che qui la sfida dichiarata è alla Gallura e i suoi piccoli grandi tesori di freschezza, acidità, aromaticità e finezza. Vendemmia particolare da un cru di viti particolarmente vocate, nove mesi di macerazione sulle bucce fini in acciaio, niente passaggio in legno e una complessità inusitata per il vitigno ne fanno un piccolo tesoro da assaporare già da giovanissimo ma soprattutto da invecchiare come un grande riesling.

(altro…)

SoloSole Vermentino 2016 Poggio al Tesoro

Un vino che ha fatto storia recente a Bolgheri perché ha dimostrato che impostando la produzione del vermentino in maniera nordica e credendoci a fondo si potevano ottenere risultati di acidità e sapidità non comuni per questo vitigno e a queste latitudini. Il mare si sente eccome nel bicchiere ma è preceduto da delicate note di fiori bianchi, agrumi ed erbe aromatiche.

(altro…)

Il Seggio Bolgheri DOC 2014 Poggio al Tesoro

Il nuovissimo nato in casa Allegrini a Bolgheri è forse il Bolgheri DOC che mancava, il vino capace di strizzare l’occhio alla piacevolezza che hanno fatto la fortuna di questa doc da un lato e dall’altro stuzzicare gli appassionati di terroir che finora in questa DOC erano restati un poco delusi dai vini prodotti in zona.

(altro…)

Bolgheri e Cabernet Franc con Poggio al Tesoro, Costine di maiale e Zuppa di Pesce, grande serata venerdi 29 settembre da Burde!

Negli ultimi anni a Bolgheri con il Cabernet Franc si stanno scrivendo pagine molto interessanti per il vino…e un capitolo interessante lo sta scrivendo Poggio al Tesoro di Allegrini con il Dedicato a Walter. Ma la nostra serata con in tavola le Costine di Scrofa e la Pappa al Pomodoro con l’acciuga e altre chicche di Paolo Gori vedrà anche il nuovo Bolgheri DOC Il Seggio gli altri straordinari vini di questo terroir d’eccezione come il Pagus Selezione Vermentino e l’ormai conosciutissimo BOlgheri Superiore Sondraia. Vi aspettiamo per incontrare Bolgheri e le sue meraviglie!

(altro…)

Venerdi 22 settembre Maialino al forno con mini-verticale di Grattamacco e i vini del Montecucco di Collemassari

Iniziamo le nostre serate del Venerdi da Burde con un appuntamento speciale e a lungo atteso. Uno dei campioni di Bolgheri, ovvero Grattamacco, che si presenta con una mini verticale affiancato   dai vini della Costa di Colle Massari da Montecucco, che vedranno vermentino e sangiovese alternarsi nei bicchieri. Sarà una serata per apprezzare la magia del mare e il suo effetto sui grandi vini di quest’azienda pioniera di molte strade nuove e che ancora non ha finito di stupire come dimostra l’ultimo dolce nuovo nato… E in tavola ci saranno adeguati libagioni perchè Paolo Gori prepara di nuovo il maialino al forno e prima di lui le schiacciate di settembre e la classica Acquacotta, piatto di cui dovremo cominciare a parlarne più spesso!

(altro…)

Tunia Cantomoro 2009 IGt TOscana

La Val di Chiana regala un piccolo angolo adatto anche all’ubiquitario cabernet sauvignon vinificato con una lunga macerazione sulle sue bucce. Prima annata per un vigneto impiantato nel 2005 ma già bella la concentrazione e sbalorditivo il colore che svela ancora note di porpora. (altro…)

Chiassobuio 2010 Tunia IGT Toscana

Un vino che da Arezzo dove viene prodotto strizza l’occhio alla Toscana più classica centrale e che restituisce un’idea di sangiovese a metà tra il Chianti e Montalcino. Vinificato in acciaio e in parte in rovere e con un saldo di canaiolo e colorino che lo completano in colore e in speziatura, è un vino molto pacato ed equilibrato con un tannino ancora acceso che lo rende ben abbinabile a molti piatti della tradizione. (altro…)

Tunia Chiarofiore 2012 Igt Toscana

Uno degli orange wine più famosi d’Italia ha casa proprio in Val di Chiana grazie a Francesca e Chiara Di Benedetto che a partire da Vermentino e Trebbiano compiono una delle poche magie di questa tipologia ovvero coniugare naso ossidativo da sherry vin santo con note di mallo di noce, castagne, agrumi canditi con una bocca pulsante e viva. Morbido ed equilibrato eppure fresco, un vino che scorre veloce ma sempre nuovo ad ogni sorso sopratutto se gustato a temperatura da rosato o chiaretto in modo che possa allargarsi su tutto lo spettro olfattivo di cui è capace.   (altro…)

Soffia forte il vento dalla Sardegna con Su’Entu giovedi 24 settembre al God Save The Wine del Lungarno Hotel

La cantina Su’entu è nata da un sogno di Salvatore Pilloni. Il sogno di valorizzare i suggestivi terreni collinari che ogni giorno attiravano la sua attenzione e stimolavano la sua immaginazione. Terreni antichi, ricchi di storia e di tradizioni, ideali per la coltivazione della vite.  L’azienda Su’entu si trova a pochi chilometri da Sanluri in località Nuraxi Pusceddu e si sviluppa per 50 ettari di superficie di cui 32 coltivati a vite. La zona, prevalentemente collinare, vanta una lunga tradizione di coltivazione della vite.  Nelle vigne si contano circa 160.000 barbatelle coltivate in modo completamente automatizzato con palificazione e ala gocciolante con sistema goccia a goccia. (altro…)

Grevepesa è Forte! domani giovedi 16 Luglio a Firenze al God Save The Wine di Forte Belvedere

E’ sempre un piacere ospitare nelle nostre serate  Castelli del Grevepesa il primo produttore per quantità e diversi terroir nel Chianti Classico, una cantina cooperativa che dimostra quando essere soci con lo stesso progetto e sogno può davvero aiutare a trasformarlo in realtà. Una macchina organizzativa che segue i soci conferitori nelle pratiche agronomiche e fino al conferimento sotto la direzione di Ugo Pagliai che segue quindi la vinificazione estremamente complessa perchè cerca di mantenere il più possibile i vini separati fino agli assemblaggi finali. (altro…)