wine

Taittinger Cuvèe Prestige Champagne

Il biglietto da visita della maison è sempre una cuvèe affidabile e freschissima che sottolinea il grande legame della maison con lo chardonnay nonostante il blend sia costituito soprattuto da uve rosse. Ma il tocco dello chef de cave si sente e grazie anche ad un dosaggio equilibrato abbiamo una cuvèe che piacerà a tutti con le sue note floreali dolci di robinia, gelsomino, limone, pompelmo e zenzero.

(altro…)

Joseph Perrier Cuvèe Royale Champagne

Una solida maison di ispirazione familiare che non ha mai perso di vista l’artigianalità e l’eleganza delle sue cuvèe. Questa Cuvèe Royale ha tutto per piacere con una bella nota rossa e nera dovuta al bel pinot nero tra Hautvillers e Damery che si traduce in bocca polposa e succulenta in cui una dose di chardonnay dona freschezza e sensazioni agrumate e floreali piacevolissime.

(altro…)

Dom Perignon P2 1998 Champagne

Uno champagne in sublime definizione in uno stato di forma incredibile anche per chi è abituato ai superlativi. Dopo 16 anni sui lieviti e 3 ulteriori in bottiglia questo 1998 è un concentrato di stile energia ed eleganza Dom Perignon con erbe aromatiche e sensazioni marine che sconfinano nell’ostrica e nel balsamico.

(altro…)

Tutti al mare sabato 15 Luglio! God Save The Wine al Bagno Alcione al Forte dei Marmi per la festa sulla spiaggia del vino

God Save The Wine lancia la sua sfida all’estate: due appuntamenti smaglianti per scoprire i vini dell’estate in due set esclusivi, una vera fiesta mobile per tutti i wine lovers d’Italia e di Toscana.  Dopo il bel prologo di Genova lo scorso 23 giugno, l’astronave estiva GSTW è decollata e finirà per approdare sabato 15 luglio nello storico ma appena rinnovato Bagno Alcione a Forte dei Marmi, dove ogni cabina diventa una “cantina” e la spiaggia un inedito vigneto, una serata già sold out nella location più elegante e smart dell’estate 2017…per tornare poi, giovedì 20 luglio, sulla spettacolare terrazza del Grand Hotel Baglioni di Firenze con vista definitiva a 360° sulla Grande Bellezza, una magnifica occasione per raccontare i vini italiani e la loro storia d’amore con l’estate …

(altro…)

Tutto intorno alla bottiglia, l’innovazione tecnica del vino

Il vino è prodotto millenario ed è elemento fondante di religioni e di tante culture del mondo ma non si può dire che sia immutabile e sempre uguale a se’ stesso soprattutto dal punto di vista tecnico. Sia in vigna che in cantina assistiamo ad una piccola grande rivoluzione dove l’innovazione delle varie fasi produttive si fa inarrestabile (spesso con ritorni vertiginosi al passato, vedi le anfore) e continua anche nel packaging e nella distribuzione.

(altro…)

Cercatoja 2015 Tenuta del Buonamico

Una piccola grande dimostrazione che i vini di questa zona non sono solo bianchi ma possono essere anche rossi sapidi e di spessore. Questo 2015 appena uscito piacerà ai fan di questa etichetta ma conquisterà anche nuovi palati perchè il sangiovese detta il ritmo e il syrah e cabernet intessono trecce di sapori di frutta di bosco , spezie, pepe e cardamomo.

(altro…)

Nicolas Feuillatte Brut Reserve Champagne

Etichetta affidabile e dal grande rapporto qualità prezzo con un solido blend 40% Pinot Nero, 35% Pinot Meunier, 25% Chardonnay e ben 3 anni di affinamento (un anno di più rispetto al “base” che si trova in GDO). Questa bottiglia ci arriva molto fresca di sboccatura e ha una spiccato nota agrumata a sottolinearne la grande freschezza.

(altro…)

Spumante Brut Particolare Rosè

Da Sangiovese e Syrah un azzeccatissimo rosè tra l’altro campione di vendite e richieste. Una tipologia che va oltre il classico rosato da estate e da spiaggia ma diviene vino a tutto pasto con un contributo non banale dalle uve rosse il che significa non solo frutta rosso e di bosco, pepe e note di lavanda e ribes ma anche struttura e tannino lieve piacevolissimo.

(altro…)

Krug Grande Cuvée Champagne #412050

L’assemblaggio frutto dell’eredità di Joseph Krug stavolta parte dal millesimo 2005, contrastato e difficile con non poche brutte sorprese, ma che qui funge da impalcatura al consueto affresco di sensazioni fresche e burrose al tempo stesso. L’annata più vecchia dell’assemblaggio è il 1990 e sono 134 addirittura i vini diversi che lo compongono per una sinfonia di cedro, canditi, zafferano, miele di tiglio e resina, brioche e glassa, floreale e piccantezze assortite.

(altro…)

Dom Perignon 2004 Champagne

Tra gli esempi migliori di come DP sappia tirar fuori anche da un’annata classica un vero capolavoro, ecco forse la migliore sintesi di un’annata particolare in Champagne con un agosto, umido e fresco, con tanto sole a fine mese e incredibile maturità delle uve con concentrazione elevata di zuccheri e acidità niente male (Alcol potenziale 9,51, acidità totale 7,04).

(altro…)