Tempo di bollito misto! Ecco le videoricette delle nostre salse

Autunno e inverno sono le stagioni migliori per gustare il bollito misto! A casa è certamente più faticoso e lungo da preparare rispetto al partecipare alle nostre serate in trattoria ma ciononostante pensiamo resti un bellissimo modo per passare delle ore ai fornelli magari in compagnia. E anche se non preparate tutti i 14 tagli di carne previsti potete comunque limitarvi a quelli più diffusi: in ogni caso avrete bisogno delle salse! Fondamentali per reintegrare i liquidi persi nella bollitura ma anche per arricchire il gioco di sapore e contrasti tra morbidezze dolcezze e piccantezza delle preparazioni.

Ecco perchè siamo andati in TV con le nostre salse e vi mostriamo con due video come prepararle a casa… cominciando per salsa verde e savore.

e qui sempre con Annamaria Tosscani ad Aspettando il TG scopriamo insieme come fare la salsa d’avie e il cren:

Infine qui le ricette “scritte”:

SALSA AL RAFANO O CREN

Ingredienti:
200 grammi di radice di rafano
Otto cucchiai di aceto
Un cucchiaio di olio extravergine
Sale qb.

Preparazione:
Lavate e sbucciate la radice fresca di rafano, grattugiatela finemente ed amalgamatela in una ciotola con olio ed aceto. Lasciate riposare al fresco prima di servire.

Sausa d’avie per Bollito alla piemontese

Ingredienti

 

  • 125 grammi di miele millefiori
  • 50 grammi di gherigli di noci

  •  1 cucchiaio di senape in polvere

  • 1 cucchiaio di aceto di vino

  • 2 cucchiai di brodo

Preparazione

Tritare finemente le noci. Emulsionare la senape, l’aceto ed un cucchiaio di brodo. Scaldare delicatamente il miele per renderlo più fluido ed aggiungerlo all’emulsione preparata. Regolare la densità della salsa aggiungendo eventualmente il restante cucchiaio di brodo. Prima di servirla col bollito, lasciare riposare la salsa per qualche ora, in modo che i gusti si amalgamino.

Il Savore

E’ una salsa dal sapore antico, fatta con pane ammollato (2 o 3 fette) frutta secca (specialmente noci), olio evo, sale, aglio (3 spicchi), basilico o prezzemolo (poche foglie), pepe ed una componente agra che ora è rappresentata dal limone (mezzo) mentre un tempo era ricavata dal succo di uva acerba con cui preparavano l’agrestoIn un mortaio pestare l’aglio, il basilico (o prezzemolo) pulito ma non lavato, sale grosso, pane ammollato (in acqua e aceto) e poi strizzato con le mani e quindi il resto degli ingredienti. Pestare fino a quando si raggiunge una consistenza cremosa ed un sapore omogeneo e leggermente acidulo.Si può fare anche nel frullatore benché il sapore risulti leggermente diverso.

  • Salsa verde
  • Ingredienti:
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 20 g. mollica di pane
  • 2 acciughe sotto sale
  • 1 pugnellino di capperi sott’aceto
  • 1 spicchio di aglio
  • aceto
  • 1 dl. olio evo
  • Sale
  • Lavate bene il prezzemolo e asciugatelo, pulite bene le acciughe senza lavarle e diliscatele. Inzuppate la mollica di pane nell’aceto. Fate un trito molto fine con il prezzemolo, le acciughe, l’aglio e i capperi, mettete il tutto in una scodella.  Aggiungetevi il pane strizzato bene e amalgamate bene il tutto. Assaggiate e aggiustate di sale.
  • Buona Cucina!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *