Vino di una notte di mezza Estate 3 – God Save The Wine saluta l’estate dalla Terrazza dell’Hotel Baglioni a Firenze

Il prossimo 19 Luglio saremo con voi sopra Firenze per celebrare l’ormai consueta festa di mezza stagione in mezzo a folletti, elfi e magie di una notte sull’affascinante Terrazza dell’Hotel Baglioni che guarda Firenze dall’alto galleggiando tra San Lorenzo e la Cupola del Brunelleschi.  Come ogni anno con Firenze Spettacolo e Riccardo Chiarini Promowine vi aspettiamo per la festa estiva del popolo di God Save The Wine, la notte di streghe folletti e magie del Vino di una notte di Mezza Estate!Siamo nel pieno di un’altra lunga estate calda e nonostante gli inviti alla moderazione e alla riduzione del consumo di bevande alcoliche in realtà siamo nella fase dell’anno in cui abbiamo più tempo per dedicare al nostro amore per il vino e tutte le sue più stupende sfaccettature. Sfaccettature che ci permettono di avere un vino per tante occasioni, anche le più calde e in apparenza contrarie all’abbinamento. Ogni anno si pensa e ci si interroga sulle tendenze del vino estivo anche se è particolarmente inadeguato parlare di “mode” e appunto tendenza quando si parla di un prodotto naturale come il vino, frutto della terra, di una stagione di una artigianalità che non può e non deve seguire il concetto di moda o di temporaneo. Nel senso che nel vino ciò che dovrebbe essere sempre importante è il terroir o il luogo di origine del vino stesso che è l’unico elemento davvero distintivo di questa bevanda nei confronti di altre bevande alcoliche. Non che la birra o un cognac non ne abbiamo, ma il vino certamente ha legami più stretti e diretti. Ma si può comunque parlare di “Vino per l’Estate” perchè esistono vini a gradazione alcolica più bassa (ma non facciamoci illusioni, al massimo ovvero al minimo per prodotti di qualità si arriva attorno ai 12%) e stili di servizio meno importanti e pesanti che rendono il piacere di bere maggiore in condizioni calde e all’aperto. Quindi ad esempio grande attenzione alla temperatura di servizio del vino che vi dovrebbe essere servito (anche se rosso) alla temperatura giusta che non è certo 35 gradi ma 16-18, anche a costo di sembrarvi freddo al primo sorso. Ciò richiede investimenti da parte del locale minimi o semplici accorgimenti come quello di servire il vino nel secchiello con ghiaccio lasciando al cliente la facoltà di raffreddarlo o tenerlo a temperatura più elevata. In tal senso esemplare il servizio dell’Amarone della Valpolicella i cui profumi si esprimono al meglio a temperature fresche con tannini adattissimi al consumo in queste modalità. Altra preferenza andrà a vini di minore struttura, con meno tannini e meno corposi quindi per intendersi più Chianti Classico o Morellino di Scansano figli di vinificazioni in acciaio e tocco di legno appena accennato con le parole d’ordine freschezza, mineralità, acidità. Di certo si moltiplicheranno le occasioni di servizio particolare con cene romantiche in riva al mare o in posti di montagna meno accessibili. Entrambe sono situazioni dove il vino rende al suo meglio, cullandoci nel nostro relax e permettendoci di ascoltarlo con calma con il solo rumore del mare in sottofondo o il vento che ci accarezza leggeri. Servono e si possono osare vini molto profumati che stimolino i sensi e che stuzzichino il palato in abbinamenti tradizionali e gustosi (palamita in porchetta, alici fritte, gamberi e crostacei ma anche grigliate di carne bianca magari insaporite con salse leggeri e aromi mediterranei), vini che richiamino spezie di stagione come la menta, il timo, la salvia, il basilico e altre piante che giocano con i loro richiami con i profumi nel bicchiere. Al God Save The Wine sulla terrazza del Baglioni avrete a disposizione un panorama mozzafiato e quindi un luogo magico dove scoprire i vini che per l’occasione si fanno anche internazionali! Avrete modo di scoprire la Nuova Zelanda (e abbinare i suoi profumi di foglia di pomodoro), l’Ungheria con il suo vitigno Furmint, la Germania e gli aromi del Riesling, la Francia e il suo Champagne. Ma anche vini esotici che conosciamo poco e che sono ad un passo da noi come i vini dalla Calabria (Cosenza) o l’Abruzzo che esordisce proprio questo Luglio alla nostra manifestazione con Passerina, Pecorino, Trebbiano e Montepulciano quattro vitigni che da soli possono reggere i pasti di una stagione intera grazie alle loro infinite varianti o ancora il Friuli Venezia Giulia con le sue bianche fragranze importanti e seducenti. Spazio alle regine della stagione, le bollicine, nella sua versione Franciacorta e nella sua versione Prosecco, due modi bellissimi e particolari di giocare con la freschezza e l’evvervescenza, ciascuno con la propria vocazione e rispetto per le proprie origini. Tra i bianchi spazio come sempre alla beniamina di casa, quella Vernaccia di San Gimignano che tra le prime ha provato a diventare vino serio e sfaccettato dopo un passato di vini commodity buono solo perchè neutro e adatto a tutti quando invece è un piccolo mondo da esplorare. Infine un occhio di riguardo al rosato (non solo toscano!), categoria bistrattata ma che rappresenta in prospettiva non solo un elemento strategico per la vostra estate ma anche per l’Italia del vino in genere che da questa tipologia ha avuto spesso ottimi prodotti e pochissima attenzione internazionale. Ci piacerebbe anche descrivervi tutti i posti meravigliosi dove potrete assaggiare questi vini  ma lasciamo che siano i nostri produttori a raccontarveli durante la serata e in queste pagine, certi che qualsiasi grande vino genuino è in grado di rendere speciale qualsiasi momento, senza aspettare di essere da soli su un tavolino in riva al mare davanti ad uno spettacolare tramonto…

Champagne Nicolas Feuillatte – Epernay

  • Brut Reserve
  • Brut Rosè Cuvèe
  • 225 Special

Provenza Desenzano del Garda – BS

  • Lugana Doc Prestige Trebbiano di Lugana 2011

Molino di Grace (Panzano in Chianti , FI)

  • Chianti Classico Molino di Grace 2009
  • Chianti Classico Molino di Grace Riserva 2008
  • White Tuscan il Volano IGT 2011
  • Gratius IGT Toscana 2007

Tenuta la Badiola (Castiglion della Pescaia, GR)

  • Acquagiusta Vermentino IGT Toscana 2011
  • Acquagiusta Rosato IGT Toscana  2011
  • Acquagiusta Rosso IGT Toscana 2009

Cantina Produttori di Cormòns (GO,  Friuli Venezia Giulia)

  • Talento Brut Spumante Comòns – Metodo Classico
  • Doc Collio Sauvignon 2011
  • Doc Collio Friulano 2011

Contadi Castaldi (Adro, BS)

  • Franciacorta Contadi Castaldi Brut  Magnum
  • Franciacorta Contadi Castaldi Satèn 2006 Magnum
  • Franciacorta Contadi Castaldi Rosé s.a Magnum

Masseria Falvo  Calabria

  • Donna Filomena 2011 Guarnaccia 75% Traminer 25% DOC Terre di Cosenza
  • Don Rosario 2010 Lacrima del pollino 90%  – Greco Nero 10% IGT Calabria
  • Milirosu 2011 Saracena 85% Malvasia 15% IGT Calabria

Vino & Design – Import

  • Dr. Loosen . Riesling QbA  2011 Germania
  • Engel Gewurztraminer Réserve 2010 Alsazia
  • Disznókö Tokaji Furmint Dry 2011 Ungheria
  • Saint Clair Marlborough Sauvignon Blanc 2011 Nuova Zelanda

Cecchi –  Castellina in Chianti (SI)

  • Vermentino Litorale Valle delle Rose IGT 2011
  • Vernaccia di San Gimignano Castello Montaùto 2011
  • Morellino di Scansano Valle delle Rose DOCG 2011

Masi Valpolicella (VR)

  • Possessioni Serego Alighieri Bianco del Veneto IGT 2011
  • Campofiorin Rosso del Veronese IGT 2009

Mormoraia San Gimignano (SI)

  • Vernaccia di San Gimignano Selezione Ostrea Grigia 2010
  • Vernaccia di San Gimignano Riserva 2009 Neitea
  • Sangiovese IGT Toscana 2008

Ruffino – San Polo in Chianti (FI)

  • Libaio IGT Toscana Bianco 2011
  • Rosatello Ruffino Il Ducale Toscana IGT 2009
  • Chianti Classico Santedame DOCG 2009

Villa Medoro Montepulciano Abruzzo

  • Pecorino  Colli aprutini IGT 2011
  • Passerina Colli Aprutini IGT 2011
  • Trebbiano d’Abruzzo DOC 2011
  • Montepulciano D’Abruzzo Rosso del Duca 2010

Carpenè Malvolti

  • Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg
  • Cuvèe Brut Prosecco DOCG Cuvèe Storica
  • Prosecco Superiore DOCG di Cartizze

 

 

Ingresso, degustazini e cena a buffet 20 €, prenotazione consigliata a [email protected] Oppure:

Grand Hotel Baglioni
Piazza Unità Italiana 6, Firenze Italia
Tel: +39.055.23580 Fax: +39.055.23588895 [email protected]