Wenda e la vera storia di una bottiglia di vino Martedì 12 aprile a Verona con God Save The Wine: volete ascoltarla?

Nel nostro festival spazio anche alla tecnologia e alla storia vera e documentata di una bottiglia di vino, intesa come contenitore e come veicolo di profumi gusto e sensazioni. Cosa succede ad una bottiglia quando viaggia? Quali sono le sollecitazioni che può subire senza che il vino che contiene cambi in maniera eccessiva? Per rispondere a tutto questo Wenda vi aspetta a Verona insieme ai suoi inventori Mattia e Antonio nella nostra serata veronese al Due Torri hotel.

Wenda crea soluzioni per proteggere e valorizzare le bottiglie di vino. L’innovazione più importante è un dispositivo elettronico che assieme ad una App e una Piattaforma Web permette di risolvere i problemi legati alla conservazione del vino durante le fasi di trasporto e stoccaggio, applicazione rivolta a tutti i vini italiani che vengono soprattutto esportati; e consente inoltre di affrontare in modo estremamente efficace la contraffazione ed i mercati paralleli cui sono soggette le bottiglie di vino di grande valore, in particolare quelle Made in Italy.

Conoscerete Wenda nel corso della nostra serata e vedrete che è un piccolo apparato elettronico che, fissato in maniera armoniosa e assolutamente non invadente alla bottiglia, si lega indissolubilmente al suo cammino e alla sua storia. Lo sottovalutiamo di continuo ma i  fattori che possono interferire principalmente e pericolosamente con il mantenimento della qualità di un vino in generale sono la temperatura, l’irraggiamento e l’inclinazione ed anche le vibrazioni. Wenda, dal momento in cui viene accoppiata alla sua bottiglia, grazie a dei micro sensori registra e mette a disposizione questi preziosi e fondamentali parametri.  L’altra caratteristica, comunicativa e in stile God Save The Wine,  è quella delle “pillole” di contenuto. Tramite Wenda infatti, ogni bottiglia viene legata a pillole di storia, di tradizione, di arte vinicola, di esperienza, di territorio, di informazione, di degustazione, eccetera. Ma come funziona in pratica? Semplicemente avvicinando uno smartphone a Wenda ed abbandonandosi piacevolmente all’esperienza. La stragrande maggioranza di smartphone attuali ha la capacità di leggere Wenda, e basterà aver installato sullo smartphone il software di cui abbiamo parlato in precedenza, e cioè la Wenda App.

wenda team

1- Vino, tre parole per dirlo.  Abbinare e degustare insieme al tempo del web: quali sono gli elementi essenziali nel racconto del vino?  Oppure oggi c’è anche troppo “storytelling” nel nostro mondo?

Il Team di Wenda si è costituito proprio ai tempi del web e quando il termine “storytelling” era sulla bocca di tutti. Un anno fa circa, ad inizio 2015. Siamo perciò “nativi” di questo periodo e il concetto di abbinare un prodotto tradizionale quale è il vino e un mondo nuovo quale è il web, lo abbiamo fatto nostro e ci facciamo portatori di ciò. Crediamo infatti che per trasmettere dei valori (questo è il senso che noi diamo al termine “comunicare”) sia ormai imprescindibile l’utilizzo della tecnologia in alcune delle sue forme, ed ovviamente il web ricade in una di queste sfaccettature. I dati parlano chiaro, la quasi totalità degli under 30 utilizza sempre lo smartphone e naviga su internet, soprattutto in paesi esteri al di fuori dell’Italia. E, considerando la sostenibilità nel lungo periodo, bisogna scegliere i canali di racconto giusti..sembra un concetto banale, ma a vedere il mercato non sempre lo è.

2- La crescita del vino di qualità nell’immaginario collettivo è stata grande ma la strada da fare soprattutto in Italia perchè lo si consideri un bene in cui investire è lunga. Quali sono i prossimi passi in questa direzione?

Per far si che il vino diventi un prodotto da investimento per la maggioranza o la media delle persone, bisogna innanzitutto aumentare la fiducia e fare chiarezza su questa tipologia di asset, che non è ovviamente una commodity ma un bene che può tendere al lusso nelle sue forme di investimento. Qui, di nuovo, la tecnologia può “metterci lo zampino”: grazie a soluzioni tecnologiche integrate è possibile aumentare la garanzia e il livello di sicurezza percepito e reale verso il vino; e qui noi diWenda agiamo con forza, per sostenere, in punta di piedi senza essere invadenti, un magnifico prodotto quale è il vino. D’altronde il fatto che possa essere considerato un bene da investimento non può che avvalorare questo mondo.

WENDA srl

Via S. Quasimodo 42 – 40013 Castel Maggiore BO

+39 051 0563050 | [email protected]

www.wenda-it.com