Mumbo jumbo, certezze e ricerca scientifica sui vini biodinamici. Sabato 11 a Cerreto Guidi per fare chiarezza…ma cosa si assaggia?

Diciamo subito che sui vini biodinamici si è scritto di tutto e di più ma in effetti finora un convegno nazionale che parta dai presupposti scientifici con docenti di due università e che prevedesse anche la possibilità di provare sul campo  (ovvero nel bicchiere) finora mancava. Sabato 11 a Cerreto Guidi  ci sarà il Primo convegno di Virtivinicoltura Biodinamica (tutti i dettagli e gli interventi qui). A chiamarmi, per fortuna nel ruolo super partes del sommelier ovvero colui che deve soddisfare un cliente piuttosto che l’ego dei produttori o dimostrare una teoria scientifica, Leonello Anello che ha avuto la malsana idea di affidarmi l’ora dedicata alla degustazone di 10 vini campioni. Sì, ma cosa si berrà?Ecco la lista dei vini, tra anteprime assolue come il Brunello Montalcino 2005 Stella di Campalto  e vini non in commercio come Querciabella In Maremma Cabernet Franc e Sangiovese 100%, e Merlot che non sanno di merlot, cabernet che vi sorprenderanno e una Sicilia come non l’avete mai sentita:

sui 100 posti disponibili ne rimangono solo una ventina quindi se volete partecipare, mandate una mail a
[email protected] per prenotare il vostro posto, tutto gratuito!