Beconcini e il Tempranillo martedi 24 marzo a Verona per God Save the Wine al Due Torri Hotel

Leonardo Beconcini e sua moglie Eva sono da anni ormai impegnati nella comunicazione e valorizzazione di un territorio unico e particolare in pochi ancora conoscono anche se ogni anno sono migliaia le persone che accorrono per assaggiare il mitico Tartufo di San Miniato. Se si pensa che l’altra grande zona per il tartufo sono le Langhe, si capisce come possa essere interessante produrre vino di qualità in queste colline. Tanto è stato il lavoro sul vino da vigna centenaria di Tempranillo, il Vigna alle Nicchie, le conchiglie che caratterizzano insieme all’argilla il terroir di San Miniato, tempranillo che ritroviamo anche nel “giovane” IXE. Ma la maggior parte del vino ovviamente è a base sangiovese dal quale però per ottenere qualità occorre tagliare, tagliare, tagliare…forzando le piante a produrre meno uva possibile. Ecco il perchè del nome “Reciso” del suo vino più famoso esclusivamente da Sangiovese che potrete assaggiare durante la serata.
Vino, tre parole per dirlo. Abbinare e degustare insieme al tempo del web: quali sono gli elementi essenziali nel racconto del vino?
Semplicità emozioni, passione. Secondo noi bisogna trasmettere anche nelle parole e nelle immagini la vita quotidiana che porta a realizzare il vino con la stessa semplicità con la quale noi viviamo la vigna e lavoriamo i nostri vini
2.Il 2015 è l’anno di Expo e si parla di “nutrire il mondo”: come entra il Vino nell’esposizione internazionale?
Il vino è un piacere, ma non ci dimentichiamo che è anche un alimento. Se vogliamo nutrire il mondo il vino non può essere messo in un lato ma deve avere un ruolo da protagonista. Per tre ragioni. Primo per l’importanza storica che ha avuto nel secoli passati proprio come complemento dell’alimentazione; secondo perché rappresenta un modo di produzione che spinge verso la qualità; terzo perché l’Italia è una patria del vino mondiale e nel rappresentarci non può mancare.
3. Vino italiano e cibo italiano, matrimonio perfetto, facci un esempio sorprendente con un piatto di una regione italiana a tua scelta e un tuo vino.
Noi siamo “tradizionalisti”. Ci piace pensare che il nostro vino vada in abbinamento con un altro grande prodotto di San Miniato: il tartufo bianco. Anche recentemente abbiamo presentato i nostri vini con piatti studiati in funzione del tartufo. Vogliamo andare sul classico: taglioni e tartufo.

Vini in degustazione:
Vigna alle Nicchie IGT Toscana Tempranillo 2010
Ixe IGT Toscana 2012
Chianti DOCG Pietro Beconcini Riserva 2011
Reciso IGT Toscana 2011
Maurleo IGt 2012 Sangiovese e Malvasia Nera

 

Pietro Beconcini Agricola
Via Montorzo, 13/A
56028 San Miniato Pisa
Italia
Email: [email protected]
Telefono: +39 (0)571 464785
http://www.pietrobeconcini.com/