God Save The Wine torna a Milano! Giovedi 17 Marzo spettacolare serata sulla Terrazza Martini al Duomo21

Finalmente God Save The Wine torna a Milano, la città che più di altre evoca nell’Italia di ieri e di oggi l’energia e il cambiamento, lo sguardo aperto verso il futuro, l’Europa e le sfide del mondo globalizzato. Le stesse parole che si possono evocare scrutando i vigneti italiani e la meravigliosa e variegata storia del vino nel nostro paese, un’avventura secolare che negli ultimi 30 anni ha vissuto una stagione magica trasformandosi in maniera inaspettata. La nostra serata proverà a coniungare la Grande Bellezza dei Vini e dei Territori Italiani con l’energia cosmopolita di Milano, la capitale più europea del paese.  Il cuore antico del vino vive in una mente aperta e cerca il suo futuro nel ritmo dinamico, nell’impegno fattivo, nei tormenti e nelle scommesse dell’eta globale.

Sulla Terrazza di Duomo 21 il Vino italiano prova ad affacciarsi sul futuro, vi porta i suoi sapori e interroga il pubblico, voi, su dove andremo nei prossimi decisivi 30 anni.

La selezione delle cantine copre tutta l’Italia dal Piemonte e Lombardia fino alla Sicilia con un grande cuore pulsante in Toscana come è ovvio, la regione che più di ogni altra ha saputo intercettare il cambiamento a partire dal 1970 e l’avvento dei Supertuscan del Chianti Classico prima e della Costa, poi. Una regione che abbiamo pensato di rappresentare dal Chianti  e la Maremma e fino a Montalcino, perchè non si finisce mai di assaporarla e perchè nascono di continuo nuovi progetti come dimostra la Gran Selezione del Chianti Classico, appunto.

enoteca_01

Ma ogni territorio italiano si è mostrato energico e carico di forza di trasformazione. Pensiamo alla Sicilia e alla sua produzione quantitativa dai tempi dei Romani e dalla Magna Grecia che oggi si fa cura del vigneto autoctono (Nero d’Avola), nuove tradizioni sulle uve internazionali (i grandi bianchi da chardonnay) e territori sulla bocca di tutti come l’Etna che in pochi anni è diventata una star delle carte dei vini di tutto il mondo proprio grazie al suo carattere unico, italiano ed esplosivo. Pensiamo al Veneto e alla “valle delle molte cantine” la Valpolicella che con il suo Amarone è entrata nell’immaginario mondiale dei grandi vini in pochissimo tempo, Pensiamo al Friuli e al miracolo del bianco italiano, potenzialmente un patrimonio ancora in gran parte da sfruttare ma che già ha mostrato cosa può nascere nel nostro paese per rinfrescare i palati. Pensiamo al Piemonte tradizionale storico e all’apparenza ingessato che in realtà ha visto nascere tanti nuovi produttori, tanti approcci ad un tema come il Barolo o la Barbera e anche esperimenti comunicativi azzardati ma coraggiosi che portassero questo vino da espertoni nelle tavole di persone semplici bevitori. Pensiamo alla Puglia e ai miracoli di qualità su numeri di scala grandissima, pensiamo alla Calabria ancora tutta o quasi da esplorare che comincia a mostrare il suo potenziale, pensiamo al Grignolino del Monferrato e dell’Astigiano, due territori minori del Piemonte ma che sanno produrre nuove e antiche eccellenze come il movimento nato attorno al Grignolino, uva autoctona che meriterebbe maggior attenzione da parte dei consumatori. E poi come altro celebrare “energia e cambiamento” se non con le bollicine italiane? Sia che si parli di Prosecco che di Franciacorta o di bollicine della tradizione piemontese, il mondo recentemente esploso dello spumante italiano è in piccolo una nuova edizione del miracolo enologico degli ultimi 30 anni e non solo.

Enoteca-Duomo-21

Al momento rappresentano infatti il modo migliore per avvicinare giovani bevitori al nettare di Bacco senza che si spaventino e che pensino che per godere di un bicchiere di vino serva chissà quale preparazione tecnica. God Save The Wine lo ripete da sempre, per capire e apprezzare il vino basta voglia di conoscere e di confrontarsi con gli altri, al resto ci pensa il vino, quello buono, che quando lo è veramente ha bisogno giusto di tre parole per presentarsi ed essere presentato. E se ce ne vorranno di più, saremo lì per voi a spiegarvelo, buon GOd save  The Wine a tutti!

 

Encry       (Les Mesnil, F)               

  • Champagne Encry Brut
  • Champagne Zero Dosage Grand Cuvée Encry
  • Champagne Millesimè 2009

 

San Felice   (Castelnuovo Berardenga, SI)

  • Il Grigio Chianti Classico Riserva 2012
  • Poggio Rosso Chianti Classico Gran Selezione 2011
  • Vigorello Toscana Igt 2011

Castelli del Grevepesa (San Casciano Val di Pesa, FI)            

  • Bi-anco IGT 2014
  • Chianti Classico Clemente VII 2012
  • Chianti Classico Clemente VII ris. 2011
  • Chianti Classico Gran Selezione Lamole 2011
  • Vinsanto Clemente VII Riserva 1998

Bottega               

  • MILLESIMATO STEFANO BOTTEGA  2015
  • PROSECCO DOCG 2015
  • RIPASSO DELLA VALPOLICELLA 2013
  • BRUNELLO DI MONTALCINO 2011
  • RISERVA PRIVATA BARRICATA

Cantina San Marzano

  • Anniversario 62 Primitivo di Manduria Dop Riserva 2012
  • Sessantanni Primitivo di Manduria Dop 2012
  • Collezione 50 Vino Rosso d’Italia
  • Talò Primitivo di Manduria Dop 2013
  • Talò Verdeca Puglia Igp 2015
  • Estella Moscato Salento Igp 2015       

Tenuta le Luci         Illasi  (Vr)

  • Amarone della Valpolicella Classico 2005
  • Valpolicella Ripasso 2009
  • Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Extra Dry  Docg 2015                       

 

La Sala (San Casciano Val di Pesa, FI)

  • Chianti Classico La Sala 2013 (anteprima)
  • Chianti Classico La Sala 2012
  • Chianti Classico Riserva la Sala 2011

Marchesi di Barolo (Barolo, CN)

  • Barolo Coste di Rose 2011 DOCG

Querciabella (Greve in Chianti, FI)

  • Batàr 2012 Igt Toscana Bianco
  • Chianti Classico Riserva 2011
  • Camartina 2010 IGT Toscana

Duca di Dolle  (Rolle di Cison di Valmarino (TV)               

  • Brut Prosecco Docg ExtraDry
  • Prosecco Docg Zero
  • Cartizze Nino

Le Signore del Grignolino (Tenuta Santa Caterina, Alemat, Tenuta La Fiammenga, Soc. Agr. La Tenaglia)    

  • Alemat EMILIO 2014 – GRIGNOLINO D’ASTI DOC
  • Tenuta Santa Caterina – Arlandino 2013 – Grignolino d’Asti DOC.
  • Gioan Grignolino d’Asti 2013 Tenuta La Fiammenga
  • Grignolino del Monferrato Casalese 2013 Tenuta Tenaglia

Tasca D’Almerita Sclafani Bagni (PA)

  • Rosso del Conte Contea di Sclafani DOC 2011
  • Nozze d’Oro Contea di Sclafani Bianco DOC 2014
  • Tascante 2012 Sicilia IGT

Senatore Vini (Ciro’ Marina (Kr)

  • Alikia – Igp Calabria Bianco  – annata 2015
  • Eukè Spumante Brut Rosè – Igp Calabria Rosato
  • Puntalice – Dop Cirò Rosato  – annata 2015
  • Arcano Riserva – Dop Cirò Rosso Superiore Riserva  – annata 2009
  • Nerello – Igp Calabria Rosso – annata 2010
  • Cassiodoro Senator – Igp Calabria Rosso – annata 2011
  • Unico Senator  – Igp Calabria Rosso – annata 2009

La Contessa  (Capriano del Colle, BS)

  • 9.9 Vino Rosso – Marzemino 100%
  • Rosa Mistica Spumante Brut Blanc de Noirs Sangiovese e Barbera

Ruffino (Pontassieve, FI)

  • Modus Toscana IGT 2012
  • Nuovo fiasco Chianti Superiore DOCG 2013
  • Riserva Ducale Chianti Classico Riserva 2012

Cuvage  Acqui Terme (AL)

  • Cuvage Nebbiolo d’Alba DOC Rosè
  • Cuvage Blanc de Blancs
  • Cuvage de Cuvage

 

Astemia Pentita (Barolo, CN)

  • Dinamico vino rosso
  • Barolo Cannubi DOCG 2010
  • Barbera D’Alba DOC 2013

Castello di Gussago Franciacorta

  • Franciacorta Pas Dosè Millesimato 2011
  • Franciacorta Extra Brut Rosè 2013
  • Franciacorta Saten Millesimato 2012

Jermann (Farra d’Isonzo, GO)

  • Ribolla Gialla Venezia Giulia IGT 2014
  • Vintage Tunina IGT 2013

Tenute Casadei (Castello del Trebbio, FI)

  • Chianti Rufina DOCG Lastricato 2011 Castello del Trebbio
  • IGT Toscana Sogno Mediterraneo 2014 Tenuta Casadei
  • Vermentino doc Olianas 2015
  • Cannonau doc Olianas 2014

Enoteca21 Piazza Duomo – ingresso evento via Silvio Pellico, 2 – tel 02 45397655

Ingresso 25 euro tutto compreso – degustazioni vini, dinner buffet

prenotarsi a [email protected]  – tel 02 45397655

prenotarsi a: [email protected] – ricweverete conferma scritta

su FaceBook: God Save The Wine