Le Bertille da Montepulciano ai Lungarni per God Save The Wine a Palazzo Capponi 18 ottobre

Dalla ricerca di giovane avvocato romano (anche se con salde origini fiorentine) di una casa nelle campagne di Montepulciano per villaggiatura nasce la storia d’amore con un vigneto  fino ad allora coltivato amorevolmente dal vecchio contadino “il Beppe”, grande maestro della campagna, abilissimo negli innesti, il decano degli altri coltivatori della zona. E’ lui che insegna a Saverio Roberti e sua figlia Olimpia la conoscenza e il rispetto dell’uva. Le Bertille conta 10 ettari di vigneto e ha visto il suo primo Nobile nel 2003 ma già ha colpito per fascino e territorialità come scoprirete di persona a Palazzo Capponi al prossimo God Save the Wine!

Tre Parole per dirlo, se dovessi scegliere tre parole per descrivere il tuo vino, quali sceglieresti?
Fresco come un sorriso, profumato come un’alba in primavera, appagante, come un bel ricordo! Ma anche territoriale, schietto, persistente.

Autunno, primi freschi, i vini rossi rientrano nelle preferenze degli italiani ma restano molte persone che continuano a preferire bianco o bollicine a tutto pasto, che cosa scegli per la nuova stagione?
Scegliere di creare un’azienda in un territorio vocato per i vini rossi è già una presa di posizione che indica i miei gusti.  Amo i vini rossi, fanno parte del mio bagaglio culturale, e poi trovo che siano quelli più adatti alla stagione fredda. Devo confessare, però, che bevo vini rossi anche in estate: intervenendo un po’ sulle temperature di servizio si possono fare abbinamenti impensabili, e danno sempre grande soddisfazione.


Tartufo, funghi e sapori intensi, qual’è il tuo piatto preferito di questi giorni e quale dei tuoi vini ci abbineresti?
Per un abbinamento al tarufo, che ha una tendenza amarognola e un profumo molto intenso, sceglierei tra i miei vini L’Attesa, un uvaggio Sangiovese 65%, Merlot 20%, Colorino 10%, Ciliegiolo 5% che con i suoi tannini particolarmente morbidi riesce a stabilire un buon equilibrio.  Con i funghi, che di per sé non hanno sapidità e hanno una leggera tendenza dolce, mi orienterei sul Rosso di Montepulciano, un vino intenso ma non coprente o il Chianti Colli Senesi, un vino dalla grande bevibilità e freschezza.
E per tutti i piatti dal sapore intenso non ho dubbi, il Nobile di Montepulciano è sempre perfetto.

Vini in degustazione

  • Nobile di Montepulciano DOCG 2008
  • Rosso di Montepulciano DOCG 2010
  • Chianti Classico Colli Senesi DOCG 2009
  • L’Attesa Toscana IGT 2008

Societa’ Agricola Le Bertille s.r.l. –
Sede legale: Via San Bartolomeo, 1 – 53045 Montepulciano (SI) –
Cantina e Agriturismo: Via delle Colombelle, 7 – 53045 Montepulciano (Si)
Tel e Fax (+39) 0578 758330 Mobile (+39) 339 7769444 –
[email protected] – Part. iva 06996321003