francia

Pinot Nero Franz Haas 2014 Alto Adige DOC

Trasparente e classicissimo per la varietà e la zona, un chiaretto appena accennato ma luminoso e freschissimo. Profumi nitidi di lampone e frutta rossa di bosco, aromatico e floreale ben presente quasi di biancospino, rosa, poi ribes rosso e fragole in versioni molto solari.

(altro…)

Côte de Nuits Villages Les Vignottes 2014 Antoine Lienhardt

Concentrazione ed estrazioni sorprendenti per l’annata, balsamico ed etereo più che fruttato di bosco, smalto appena accennato che nel contesto è tipicissimo insieme a nota verdastra da raspo. Vino molto giovane e da aspettare qualche anno per il tannino arcigno e appena verde, difficile da capire se evolverà, di certo un vino maschio, scuro con pepe e struttura che richiedono abbinamento adatto per funzionare al meglio.

(altro…)

Podere Fortuna Fortuni 2012 Igt Toscana

Un classico ormai e quello che ha creato con il suo successo tutto il movimento del nuovo pinot nero in Toscana. Concentrazione e colore piacevoli e convincenti, scorrevolezza e bel colore tipico, naso classico tra lampone, fragole, ribes rosso, balsamico e rinfrescante con alloro salvia e rosmarino che lo collocano bene alle nostre latitudini.

(altro…)

Il Rio Ventisei 2014 Pinot Nero IGT Toscana

Il primo a credere nei tempi moderni nel Pinot Nero in Toscana, Paolo Cerrini è stato un grande cesellatore di profumi e sfaccettature di quest’uva fino ad arrivare con questo millesimo ad una complessa architettura di pepe, leggera nota di acciuga e oliva piacevolissime. Menta, caramello di frutta di bosco, arancio e agrumi, mandorle e dolcezza particolare che lo distingue bene.

(altro…)

Cuna Pinot Nero 2014 IGT Toscana Podere Santa Felicita

Un taglio netto con le ultime annate forse dovuto alla stagione particolarissima, ma chi si aspetta un vino umbratile e rugoso rimarrà sorpreso nel gustare forse il migliore Cuna di sempre. Diafano e trasparente, ineffabile al naso solo apparentemente semplice e appena velato da un tono smaltato, si prende la rivincita poco a poco nel bicchiere svelando strati di profumi di incenso e frutto particolari e inediti.

(altro…)

Gattaia Pinot Nero 2013 IGt Toscana

Estrazione e sapidità, un connubbio che già al naso fa gridare al piccolo miracolo in quel di Vicchio, di certo non un terroir celebrato negli annali. Ma la caparbietà di Michele Lorenzetti ci regala un’annata intensa ed estrattiva ma sempre caparbiamente pinot nero nel midollo con note di frutta di bosco scura corredate da liquirizia menta alloro lampone e note mediterranee.

(altro…)

Come cucinare per il pinot nero con Paolo Gori: la scottiglia toscana

Durante la serata dedicata al Pinot Nero toscano vs Borgogna e Alto Adige Paolo Gori ha impostato una cena di rimandi saporosi piccanti e selvatici nella piena tradizione francese di abbinamento con questo vitigno fondendola con la tradizione toscana. ù

(altro…)

Ottantacinque anni di amore Italia-Francia con un compleanno da Renoir a Torino

Francia e Italia, e ancora di più la sua vecchia capitale Torino, sono sempre state vicine e quasi contigue per assonanze ma soprattutto sensibilità. Non è forse un caso che alcuni dei sodalizi commerciali e di distribuzione più importanti d’Italia per quanto riguarda lo Champagne sia quello tra Sagna e la Maison Louis Roederer. Non lo  di certo che attorno a questo siano negli anni maturati altri importanti accordi come quello con Baron de Ladoucette, con Chateau Trotanoy, il Cognac Delamain e l’Alsazia di Schlumberger. Invece delle candeline, tanti grandi vini e un’ambientazione da favola ovvero la mostra di Renoir al Gam aperte per l’occasione. (altro…)

Biodinamica ViniVeri o New Green Revolution ? Se ne discute a Roma con INEA, per andare oltre le guerre di religione “naturale”

Montefalco sarà anche una piccola città ma oggi manda due suoi esponenti di spicco (Marco Caprai e Giampaolo Bea) ad un convegno a Roma che per la prima volta in Italia cerca di parlare seriamente di sostenibilità certificata nella sua accezione più ampia e lo fa non tappandosi occhi e orecchie di fronte alle nuove tendenze bioqualchecosa italiane. Qualcosa capace di tenere incollati agli schermi più di 1omila persone in 4 giorni dopo gli editoriali del Gambero Rosso di questo mese.  (altro…)

La Napa Valley domani 6 novembre con San Francisco a God Save The Great Wine Capitals all’Hotel Bernini

Il 24 Maggio 1976 Steven Spurrier, un noto giornalista inglese organizza  a Parigi quello che sarà  ricordato come lo spartiacque tra la vecchia storia del vino e quella moderna, una degustazione “cieca” con vini a base cabernet sauvignon e chardonnay della Napa Valley (tra i quali Chateau Montelena) capaci di sconfiggere i mostri sacri da Bordeaux. (altro…)