Andrea Gori

Sommelier, giornalista pubblicista, scrittore e ristoratore da 4 generazioni a Firenze con la Trattoria da Burde di famiglia, fondatore del Dissapore Network e Intravino, i siti web più frequentati dell'enogastronomia italiana. Scrivetegli pure a burdedj[@]gmail.com

Biancavigna Conegliano Valdobbiadene DOCG brut millesimato “Le Rive” 2016

Il progetto Rive è quanto di più avanzato ci sia nel mondo degli spumanti metodo martinotti e ogni winelover che si rispetti dovrebbe sfruttare belle occasioni come queste per provarne uno! Una mappatura delle migliori colline ed esposizioni del Conegliano Valdobbiadene che vedono nascere vini come questo, emozionante e deciso con una energia incredibile ancora non del tutto espressa per via della gioventù estrema del vino.

(altro…)

Krug Grande Cuvée Champagne #412050

L’assemblaggio frutto dell’eredità di Joseph Krug stavolta parte dal millesimo 2005, contrastato e difficile con non poche brutte sorprese, ma che qui funge da impalcatura al consueto affresco di sensazioni fresche e burrose al tempo stesso. L’annata più vecchia dell’assemblaggio è il 1990 e sono 134 addirittura i vini diversi che lo compongono per una sinfonia di cedro, canditi, zafferano, miele di tiglio e resina, brioche e glassa, floreale e piccantezze assortite.

(altro…)

Sistema limbico e vini rossi: come capire cosa ci piace con Franco Trentalance e il Manuale di Conversazione a Bologna

A Condimenti in una bellissima serata di inizio estate è andata in scena  la presentazione del Manuale di Conversazione sui Grandi Vini Rossi con Andrea Gori e Franco Trentalance sul palco di Villa Salina. Tra i vari argomenti, ci siamo ritrovati  a discutere di sistema limbico e corteccia prefrontale a proposito di un Rosso di Montalcino di Col d’Orcia, un vino i cui gusti aromi e sensazioni ci appagano per motivi molto intimi e ancestrali…

(altro…)

Matelica capitale di Fumo Partagas e Verdicchio a Luglio! Tempo di festeggiare i 50 della DOC

Un luglio piuttosto denso di eventi quello in arrivo a Matelica, città sconosciuta ai più ma ben nota agli appassionati di vino grazie alla presenza di uno dei bianchi più celebri e premiati d’Italia ovvero il Verdicchio di Matelica appunto, con un gruppo di produttori affiatatissimi che hanno saputo ricavare il meglio da queste colline. Oltre a loro, ovvero Belisario, Bisci, Borgo Paglianetto, Cavalieri, Collestefano, Colpaola, Gagliardi,Gatti, Lamelia, Le Stroppigliose, Maraviglia, Provima e Tenuta Rustano, ci saranno tutti i protagonisti del territorio a contribuire alla grande festa che non sarà vino dato che ci sarà anche in questo periodo una nuova edizione del ritrovo di appassionati Partagas d’Italia. Organizzatevi l’agenda per tempo!

(altro…)

Estate in bianco 2017, alcune proposte per allargare i vostri orizzonti

Come ogni anno di questo periodo va in edicola la mia piccola guida ai vini bianchi della prossima stagione. Dalla Puglia al Veneto passando per Sicilia Toscana e altre regioni, una mappa ragionata, e bevuta!, per condurvi all’assaggio dei migliori bianchi da uve autoctone della penisola. E se ne scoprite altri…segnalatemeli che sono sempre più e sempre più interessanti i nostri bianchi…

(altro…)

Dom Perignon 2004 Champagne

Tra gli esempi migliori di come DP sappia tirar fuori anche da un’annata classica un vero capolavoro, ecco forse la migliore sintesi di un’annata particolare in Champagne con un agosto, umido e fresco, con tanto sole a fine mese e incredibile maturità delle uve con concentrazione elevata di zuccheri e acidità niente male (Alcol potenziale 9,51, acidità totale 7,04).

(altro…)

Candialle Chianti Classico 2013

Affinato in barrique ma fresco rigoroso e sapidissimo, un bella annata e una grande prova di equilibrio per Jarko Peranen. Scuro e intenso con un naso che rapisce per note preziose balsamiche suadenti con concessioni al gusto barrique ma senza eccedere. Frutta di bosco scura more lamponi in confettura , amarene , talco, timo e macchia mediterranea.

(altro…)

Serafini & Vidotto Pinot Nero 2007 Colli Trevigiani IGT

Annata storica che ha rivelato a molti la potenzialità del pinot nero di questa azienda, anche oggi a 10 anni dalla vendemmia mostra una integrità e polpa sorprendente. Naso con note dolci di mandorla e vaniglia che vanno sopra a frutta di bosco e rose ma in bocca si scambiano i ruoli.

(altro…)

G8 in tavola: due chiacchere con Massimo Mantarro che ha appena cucinato per i grandi del mondo

Si è da poco concluso il molto discusso G8 di Taormina e se gli esiti del convegno sono piuttosto incerti di assolutamente sicuro c’è stata l’eccellenza e lo splendore del luogo che ha ospitato i grandi della terra e dell’accoglienza che hanno trovato in tavola grazie a Massimo Mantarro, lo chef del San Domenico.

(altro…)